Etiopia invia 200 peacekeeper in Sud Sudan

Pubblicato il 26 ottobre 2017 alle 8:34 in Africa Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Etiopia ha inviato 200 peacekeeper in Sud Sudan per aiutare le autorità di Juba a innalzare le misure di sicurezza.

Il Ministero degli Esteri sud-sudanese ha spiegato che tale mossa è in linea con la Risoluzione 2327 del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, volta a stabilizzare il Sud Sudan. Tale Risoluzione, adottata all’unanimità il 16 dicembre 2016, ha ordinato un aumento nel numero del personale di sicurezza presente nel Paese africano, e ha sancito l’estensione della missione UNMISS (United Nations Mission in South Sudan), fino al dicembre 2017.

Il Sud Sudan è lo Stato più giovane al mondo, in quanto ha ottenuto l’indipendenza nel 2011 dal Sudan. È uno dei Paesi maggiormente frammentati dell’Africa centrale in quanto comprende più di 60 gruppi etnici che professano diverse religioni. Dal 2013, è in corso una violenta guerra civile tra le milizie di etnia Ginka, fedeli al governo dell’attuale presidente Salva Kiir, e quelle di etnia Nuer, che rispondono all’ex vice-presidente Riek Machar. Tale conflitto ha prodotto quasi 4 milioni di sfollati, che sono stati costretti ad abbandonare le proprie case, cercando rifugio in Uganda e in Etiopia.

L’Etiopia è uno degli attori principali del Corno d’Africa, sia sul piano economico, sia sul piano della sicurezza. Nonostante l’instabilità politica, il Paese è particolarmente attivo nella lotta contro il terrorismo locale, effettuando operazioni contro al-Qaeda e al-Shabaab, ed è impegnato in Sud Sudan per sostenere le sue autorità nella risoluzione della guerra civile.

L’Etiopia ospita altresì i quartier generali dell’Unione Africana ed è un membro dell’Intergovernmental Authority on Development (IGAD), un’organizzazione politico-commerciale composta dagli Stati del Corno d’Africa, fondata nel 1986, con sede in Gibuti. È previsto che l’Etiopia diventi il principale esportatore di energia del Corno d’Africa ed il Paese più importante per la produzione di energia rinnovabile di tutto continente.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.