Marocco: richiamato ambasciatore ad Algeri

Pubblicato il 22 ottobre 2017 alle 13:03 in Africa Marocco

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

In data venerdì 20 ottobre il Marocco ha richiamato in patria il suo ambasciatore ad Algeri dopo che il Ministro degli Esteri algerino, AbdelkaderMessahel, ha accusato la compagnia aerea marocchina di traffico di sostanze stupefacenti.

Parlando con i capitani d’industria africani, Messahelha accusato laRoyal Air Maroc di“non limitarsi a trasportare solo passeggeri” verso l’Africa subsahariana.

Nell’ultimo alterco con il Paese vicino, egli ha inoltre accusato le banche marocchine di capitalizzare sulla vendita di cannabis.

Il Marocco si è affrettato a smentire le asserzioni del ministro algerino definendole “infantili” e “irresponsabili”.

“In seguito alle gravissime affermazioni del Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Algerina Democratica e Popolare sulla linea politica africana condotta dal Regno del Marocco, l’ambasciatore del Marocco ad Algeri è stato stasera richiamato al quartier generale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale”, ha dichiarato il Ministero degli Esteri marocchino.

La dichiarazione ha condannato la natura “irresponsabile” e “infantile” delle affermazioni algerine espresse da un capo diplomatico che “dovrebbe rappresentare le posizioni ufficiali del suo Paese a livello internazionale”.

Il Ministero marocchino ha inoltre aggiunto che tali “infondate dichiarazioni” non mineranno la cooperazione con i Paesi africani.

La relazione tra Marocco e Algeria, nel corso degli ultimi decenni, è stata logorata da ripetuti sconfinamenti di frontiera tra i due Paesi.

Rabat ha altresì accusato più volte l’Algeria di supportare i gruppi separatisti del Sahara Occidentale.

Sicurezza internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.