Etiopia: scontri tra le forze di sicurezza e i cittadini, 4 morti

Pubblicato il 13 ottobre 2017 alle 19:18 in Africa Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze di sicurezza etiopi hanno aperto il fuoco contro i cittadini della città di Soda, nella regione di Oromia, uccidendo 4 persone.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Africa News, l’incidente si è verificato perché un convoglio di camion della polizia locale è stato fermato dai cittadini, i quali pensavano stesse trasportando armi verso il confine con la regione Somali. Tale mossa non è stata gradita dalle forze di sicurezza etiopi. Ne è conseguito uno scontro a fuoco, che ha portato alla morte di 4 persone. Il capo della sicurezza della regione di Oromia, Kulutu Fara, ha reso noto che i camion fermati sono ancora presenti a Soda, dove gli agenti governativi sono accorsi per calmare le tensioni e risolvere la disputa.

La maggior parte dei residenti dell’area è convinta che il governo etiope fornisca aiuti militari al corpo paramilitare dei Liyu Police, attivo al confine con Somali, accusato di fomentare le tensioni tra le due aree.

Somali e Oromia sono le regioni più estese dell’Etiopia, condividono 1,400 chilometri di confine. Mentre i residenti della prima sono per la maggior parte pastori, vivendo grazie all’allevamento degli animali, gli abitanti della seconda sono agricoltori. I loro rapporti, storicamente, sono sempre stati caratterizzati dalla competizione per il controllo del territorio e delle risorse che, spesso, è sfociata in violenti scontri. Nel 2004, un referendum indetto per cercare trovare una soluzione alla disputa territoriale non è riuscito a sedare le tensioni, così che, nel 2015 e nel 2016, sono morte complessivamente 669 persone. Ognuna delle parti coinvolte incolpa l’altra. Secondo gli ufficiali di Oromia, gli scontri sono emersi dalle uccisioni commesse nella regione da parte delle forze somale. Gli ufficiali di Somali, invece, negano tali accuse, riferendo che sia colpa dei soldati etiopi.

L’Etiopia è uno degli attori principali del Corno d’Africa, sia sul piano economico, sia sul piano della sicurezza.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.