Corea del Nord: Seoul e Washington muovono i bombardieri

Pubblicato il 11 ottobre 2017 alle 21:04 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti e la Corea del Sud hanno effettuato una nuova esercitazione militare, mercoledì 11 ottobre, mentre il presidente Donald Trump si riuniva con i suoi esperti per la difesa per stabilire le contromisure per un eventuale nuova minaccia dalla Corea del Nord.

Due bombardieri B-1B dell’aviazione degli Stati Uniti hanno sorvolato lo spazio aereo della Corea e condotto una serie di esercitazioni di sgancio di missili nelle acque limitrofe alle coste della Corea del Sud e in quelle tra Cina e Corea del Sud.

L’esercito degli Stati Uniti ha reso noto di aver condotto un’altra esercitazione congiuntamente con le forze militari del Giappone. Si è trattato della prima prova di operazione congiunta di bombardieri giapponesi, americani e sudcoreani svolta in notturna.

I bombardieri degli Stati Uniti si sono alzati in volo partendo dalla base statunitense sull’isola di Guam. Si tratta dell’isola del Pacifico che ospita la base militare degli Stati Uniti che Pyongyang ha minacciato di distruggere con i suoi missili balistici nel mese di luglio.

La ragione delle esercitazioni è che la Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno massimizzato l’allerta da martedì 10 ottobre, ricorrenza dell’anniversario della fondazione del partito al governo in Corea del Nord. Il timore è che Pyongyang possa organizzare nuovi test missilistici o nucleari per celebrare l’evento. Nel 2016, la Corea del Nord ha condotto il suo quinto test nucleare per segnare l’anniversario.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha svolto una riunione speciale con i vertici della difesa del paese, mercoledì 11 ottobre, per varare le possibilità operative in caso di attacco da parte della Corea del Nord e per evitare che Washington e i suoi alleati possano essere minacciati dal nucleare di Pyongyang.

Intanto, la Corea del Sud, martedì 10 ottobre, ha reso noto che nel mese di settembre 2016 un attacco di hacker nordcoreani ha condotto all’accesso da parte del Nord a 235 GB di documenti, compresi piani di azione militari congiunti tra Usa e Corea del Sud.

Sicurezza Internazionale quotidiano di politica internazionale.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.