Trump e le parole non chiarite sulla Corea del Nord

Pubblicato il 8 ottobre 2017 alle 5:37 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Sabato 7 ottobre, Donald Trump ha dichiarato: “Soltanto una cosa funziona” quando si tratta di gestire i rapporti con la Corea del Nord, dopo che la Casa Bianca ha provato a parlare con Pyongyang senza risultati.

“I presidenti e le loro amministrazioni parlano con la Corea del Nord da 25 anni, sono stati fatti accordi e sono stati spesi tantissimi soldi”, Trump ha scritto via Twitter: “Non ha funzionato, gli accordi sono stati violati prima che l’inchiostro si asciugasse, facendo impazzire i negoziatori americani. Sono spiacente, ma soltanto una cosa funzionerà!”.

Trump non ha chiarito quale fosse il significato preciso di queste parole. Tra tensioni crescenti e scambi di insulti con il regime di Kim Jong-un, Trump aveva detto in precedenza che gli Stati Uniti distruggeranno la Corea del Nord, se necessario, per proteggere se stessi e i propri alleati.

Nel pomeriggio di sabato 7 ottobre, Trump ha parlato con i giornalisti in un incontro alla Casa Bianca prima di partire per una raccolta di fondi di beneficienza per il South Carolina. A un giornalista che gli ha chiesto di chiarire il significato della sua frase: “Calma prima della tempesta”, pronunciata all’inizio della settimana, Trump ha risposto: “Niente da chiarire”.

Trump ha inoltre precisato che i suoi rapporti con Rex Tillerson, il segretario di Stato, sono molto buoni. Tillerson era stato oggetto di critiche da parte di Trump per il suo tentativo di avviare un dialogo con la Corea del Nord e di invitare la Cina a dominare su Pyongyang: “Tillerson potrebbe essere più duro”, ha detto Trump, senza aggiungere altro.

Questa settimana è stato riportato che, durante una riunione con i più alti ufficiali americani, Tillerson avrebbe duramente criticato Trump definendolo un “fottuto idiota”.

In occasione di una conferenza stampa, Tillerson ha affermato di non avere mai pensato di rassegnare le dimissioni e di essere fedele al programma di Trump, ma non ha negato di avere definito il presidente americano un “idiota”, secondo quanto riporta la NBC.

Sabato 7 ottobre, Trump ha dichiarato che l’insulto  è una “notizia falsa”.

 

di Alessandro Orsini

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.