L’Afghanistan guarda al Pakistan

Pubblicato il 22 settembre 2017 alle 6:01 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Alcuni ufficiali afghani sono convinti che il Pakistan possa trasformarsi in un buon alleato regionale, attraverso l’adozione di un nuovo approccio verso l’Afghanistan.

Il portavoce del presidente Ashraf Ghani, Shah Hussain Murtazvi, ha riferito ai giornalisti che, visto che il proprio Paese è in prima linea per combattere il terrorismo, Islamabad potrebbe inaugurare a sua volta una campagna volta a eliminare i talebani e l’ISIS dia propri territori, diventando un partner regionale ottimale. Tali commenti sono stati fatti in linea con la pressione esercitata dagli Stati Uniti sul Pakistan, che ospita santuari dei terroristi legati ai talebani e alla rete di Haqqani all’interno dei propri confini.

Il 21 agosto 2017, il presidente Donald Trump ha annunciato la nuova strategia americana in Afghanistan, volta a eliminare definitivamente i terroristi dal Paese asiatico, in modo da stabilizzarlo. Nell’occasione, Trump ha ammonito il Pakistan, minacciando di tagliare gli aiuti americani nel tentativo di convincere le autorità di Islamabad a combattere il terrorismo in Afghanistan. “Per troppo tempo il Pakistan ha costituito un rifugio sicuro per i terroristi afghani e noi abbiamo dato alle sue autorità miliardi e miliardi di dollari; ma questo deve cambiare immediatamente”, ha riferito il presidente americano ad agosto. L’invito a combattere il terrorismo è stato rinnovato da Trump il 20 settembre, in occasione del suo primo intervento al margine della 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu. “È tempo di incriminare quei Paesi che supportano e finanziano il terrorismo come al-Qaeda, Hezbollah e i tabelani”, ha affermato il presidente americano a New York.

Confine tra Afghanistan e Pakistan. Fonte: Wikipedia Commons

Confine tra Afghanistan e Pakistan. Fonte: Wikipedia Commons

Confinando per 2500 km con l’Afghanistan, il territorio di frontiera del Pakistan, per lo più montuoso e poco controllato, permette ai gruppi terroristici di operare attivamente tra i due Paesi. Le operazioni militari per eliminare la minaccia dei talebani in Pakistan, noti come Tehreek-e-Taliban (TTP), vanno avanti dal 2007 e interessano per lo più le aree tribali del Paese ma, nonostante gli sforzi, il governo americano ha inserito il Pakistan tra i Paesi considerati rifugi sicuri per i terroristi.

Nel tentativo di avvicinarsi al Pakistan per convincerlo ad adottare un approccio più collaborativo, l’ambasciatore afghano a Islamabad, Omar Zakhil, ha incontrato il capo dell’esercito pakistano, il generale Qamar Javed Bajwa, con cui ha discusso sugli interessi comuni ai due Paesi. L’Inter Services Public Relations, il braccio mediatico dell’esercito pakistano, ha pubblicato un comunicato in cui si legge che “i due funzionari hanno affrontato questioni legate alla sicurezza regionale, concordando di voler aumentare la cooperazione bilaterale”.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.