Inghilterra invierà 24 jet da guerra al Qatar

Pubblicato il 19 settembre 2017 alle 6:01 in Europa Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Inghilterra e il Qatar hanno firmato un accordo militare, in base al quale Londra invierà 24 jet da guerra Typhoon a Doha.

Typhoon jet. Fonte: Wikimedia Commons

Typhoon jet. Fonte: Wikimedia Commons

Il ministro della Difesa qatarino, Khalid bin Mohammed al-Attiyah, insieme all’omologo inglese, Michael Fallon, hanno emesso un “comunicato di intento”, in cui si legge che l’Inghilterra venderà aerei al Qatar”. Il patto era stato predisposto lo scorso marzo.

“È il primo accordo sulla difesa di tale portata con Doha, che noi consideriamo un partner strategico”, ha riferito Fallon, il quale aggiunto che “è un momento importante per i legami tra i due Paesi, i quali si impegnano a rafforzare la cooperazione”. L’ambasciatore inglese Doha, Ajay Sharma, ha annunciato la notizia su Twitter definendola “un passo decisivo” per le relazioni difensive tra Inghilterra e Qatar.

Si tratta del secondo patto firmato dal Qatar dall’inizio della crisi con gli altri paesi del Golfo, iniziata lo scorso 5 giugno. Lo stesso mese, Doha aveva concordato di acquistare dagli Stati Uniti jet F-15, del valore di 12 miliardi di dollari.

In linea con la Brexit, il Regno Unito sta esplorando nuovi accordi commerciali e militari con partner diversi dai Paesi dell’Unione Europea. Il 28 agosto, Fallon , in visita ufficiale in Oman, ha concluso un patto militare con le autorità di Muscat, assicurando l’accesso alla base navale di Duqm alle navi inglesi. Successivamente, il 4 settembre, l’Inghilterra ha annunciato l’invio di un piccolo contingente di esperti militari ad assistere le forze della coalizione internazionale a guida americana che bombardano l’ISIS in Iraq.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.