ONU: NUOVA RISOLUZIONE CONTRO LA COREA DEL NORD

Pubblicato il 12 settembre 2017 alle 9:45 in Corea del Nord USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato all’unanimità un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Corea del Nord proposto dagli Stati Uniti, al fine di esercitare pressione sul regime di Pyongyang, in seguito all’ultimo test atomico del 3 settembre.

Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Fonte: Wikipedia.

Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Fonte: Wikipedia.

Secondo quanto riportato da alcuni ufficiali dell’amministrazione americana alla CNN, la risoluzione ha sei obiettivi: limitare le importazioni di petrolio della Corea del Nord; bandire le esportazioni tessili del regime; eliminare i contratti dei lavoratori stranieri all’estero; sopprimere le attività di contrabbando legate a Pyongyang; fermare le joint venture della Corea del Nord con altre nazioni e con entità governative.

L’ambasciatrice americana alle Nazioni Unite, Nikki Haley, ieri lunedì 11 settembre, ha commentato la decisione del Consiglio di sicurezza dicendo: “Oggi stiamo dicendo che il mondo non accetterà mai una Corea del Nord nuclearizzata, oggi il Consiglio di sicurezza sta dicendo che se il regime di Pyongyang non sospenderà il proprio programma missilistico, noi agiremo per fermarlo”. Il 5 settembre, in occasione di un meeting di emergenza del Consiglio di sicurezza, Nikki Haley, aveva esortato gli altri membri a prendere misure definitive per contrastare il programma nucleare della Corea del Nord, giacché il suo leader, Kim Jong-un, stava “iniziando una guerra”. Inizialmente, gli USA avevano proposto una risoluzione che chiedeva il blocco totale delle esportazioni di petrolio in Corea del Nord e il congelamento finanziario di tutti gli asset relativi al leader Kim Jong-un. Successivamente, Washington ha presentato un pacchetto di misure meno stringenti, ma comunque volte e esercitare pressione di Pyongyang. “Sono le sanzioni più dure mai imposte contro la Corea del Nord fino ad ora”, ha spiegato la Haley, riferendo che la nuova Risoluzione sarà in grado di alterare il programma nucleare nordcoreano definitivamente.

La Russia e la Cina, che hanno il potere di veto in seno al Consiglio di sicurezza, avevano espresso la propria perplessità nei confronti della proposta iniziale degli Stati Uniti. Tuttavia, hanno entrambe votato a favore della Risoluzione di lunedì. “La Cina vuole la denuclearizzazione della penisola nordcoreana, per la pace e la stabilità della regione, e mira a raggiungere una soluzione attraverso il dialogo e i negoziati”, ha riferito l’ambasciatore cinese alle Nazioni Unite, Liu Jieyi. Allo stesso modo, Putin, che inizialmente aveva affermato che “continuare con le sanzioni sarebbe stata una strada senza uscita”, ha votato in favore della nuova Risoluzione.

Secondo quanto riportato dal New York Times, il fatto che Mosca e Pechino non abbiano impedito l’adozione delle nuove sanzioni contro Pyongyan dimostra che entrambi i Paesi sono preoccupati riguardo al comportamento di Kim Jong-un. Ad avviso delle agenzie di intelligence americane, la Corea del Nord effettuerà presto altri test missilistici.

Domenica 3 settembre, Pyongyang ha effettuato un test nucleare sotterraneo, sperimentando una bomba all’idrogeno che ha provocato un sisma di grado 6,3 in tutto il Paese. Si è trattato della sesta esercitazione atomica a partire dal 2006, e la prima da quando l’amministrazione Trump ha iniziato il proprio mandato, lo scorso 20 gennaio.

Sofia Cecinini

di Redazione

Articoli correlati

USA e Canada

Primo giorno di Trump all’Onu: toni pacati e nessun confronto

Nel primo giorno della 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu, Donald Trump ha sorpreso tutti, utilizzato toni pacati e evitando qualsiasi scontro con gli altri leader mondiali

Afghanistan USA e Canada

GLI USA ESPANDERANNO LA ZONA DI SICUREZZA A KABUL

I confini della Green Zone di Kabul verranno allargati per includere al loro interno la base militare americana conosciuta con il nome Kabul City Compound, ex quartier generale delle American Special Operations nella capitale afghana

USA e Canada

TRUMP: PRIMA VOLTA ALLA RIUNIONE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DELL’ONU

Donald Trump parteciperà al meeting dell’Assemblea Generale dell’Onu, a New York, il primo da quando ha iniziato il proprio mandato presidenziale il 20 gennaio 2017

Cuba USA e Canada

CUBA: AMBASCIATA USA VERSO LA CHIUSURA?

Il segretario di stato Tillerson ammette che sta valutando la chiusura della sede diplomatica riaperta da appena due anni a causa degli attacchi acustici che hanno causato la sordità di alcuni diplomatici nordamericani

Asia Corea del Nord

COREA DEL NORD: RAGGIUNGEREMO UN EQUILIBRIO DI FORZA CON GLI USA

La Corea del Nord vuole completare il programma nucleare per essere al pari con gli Usa. La Cina la paragona a una tigre a cui è stato messo un campanello al collo dagli Usa e chiede a Washington di toglierlo ora e risolvere le tensioni

USA e Canada

INDETTA RIUNIONE DI EMERGENZA DEL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL’ONU

In seguito all’ultimo test missilistico della Corea del Nord, avvenuto oggi venerdì 15 settembre, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha indetto una riunione di emergenza, prevista per questa sera


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.