SUDAN CHIUDE I CONFINI CON LIBIA, SUD SUDAN E CIAD

Pubblicato il 8 settembre 2017 alle 17:53 in Africa Sudan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Sudan ha chiuso i confini con il Sud Sudan, il Ciad e la Libia per contrastare il traffico di armi.

Mappa Sud Sudan. Fonte: www.powertech-africa.com

Mappa Sud Sudan. Fonte: www.powertech-africa.com

La notizia è stata annunciata il 6 settembre dal vice presidente, Hassabo Mohamed Abdul-Rahman, il quale ha spiegato che, negli ultimi mesi, “circa 60,000 veicoli militari sono stati trasportati di contrabbando in Sudan dalla Libia, dal Ciad e dal Sud Sudan, dove tali automobili erano state usate in precedenza per commettere crimini di ogni genere”. Abdul-Rahman ha aggiunto che la polizia internazionale ha chiesto alle autorità del Sudan di registrare tutti i dati relativi ai veicoli di contrabbando, al fine di individuare i network criminali coinvolti.

La chiusura dei confini non è stata la prima mossa del Sudan per cercare di contrastare i traffici illegali. Durante una visita nella regione del Darfur, lo scorso anno, il presidente Omar al-Bashir aveva riferito di voler dar vita a un progetto diviso in due fasi: la prima prevedeva un compenso per ogni arma sequestrata; la seconda prevedeva, invece, una sanzione penale per coloro sorpresi in possesso di armi senza licenza.

Il Darfur è una regione del Sudan occidentale. Dal 2003 è in uno stato di emergenza umanitaria a causa del conflitto armato tra le forze governative e la popolazione indigena. Secondo i dati ONU, la guerra ha prodotto 200.000 – 300.000 vittime civili e più di 2 milioni di sfollati.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.