SIRIA: ATTACCO ISRAELIANO AD HAMA

Pubblicato il 7 settembre 2017 alle 14:03 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

All’alba di oggi, giovedì 7 settembre 2017, un aereo da guerra israeliano ha bombardato una postazione militare siriana nei pressi della città di Musyaf, nel governatorato di Hama, causando la morte di due soldati.

Secondo quanto riferito dal comandante generale dell’esercito siriano, l’aereo israeliano avrebbe lanciato “diversi missili attraverso lo spazio aereo libanese che hanno colpito una delle postazioni militari nei pressi di Musyaf, con la conseguente perdita di materiale e la perdita di due elementi”.

L’esercito siriano ha descritto il bombardamento israeliano come un “tentativo disperato di sollevare il morale dei terroristi dell’ISIS, ormai crollato” e ha aggiunto che l’attacco mette in luce “il sostegno diretto di Israele” nei confronti dello Stato Islamico e delle fazioni dell’opposizione armata, che combatte contro le forze del regime.

Secondo le fonti del regime siriano, il bombardamento avrebbe colpito un centro per gli studi e la ricerca scientifica, che era stato sottoposto alle sanzioni americane, in quanto ritenuto responsabile di sviluppare armi chimiche.

Da parte loro, i media israeliani hanno riferito che l’obiettivo sarebbe stato un sito iraniano per la produzione di missili in favore di Hezbollah. Nei mesi scorsi, il presidente israeliano, Benjamin Netanyahu, aveva più volte accusato l’Iran di essere impegnato nella costruzione di siti destinati alla produzione di missili guidati, sia in Siria sia in Iran. Il 28 agosto 2017, in occasione di un incontro con il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, a Tel Aviv, Netanyahu aveva affermato che l’Iran starebbe trasformando la Siria in una fortezza miliare e che ciò farebbe parte di un più ampio piano iraniano mirato a cancellare Israele.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.