IL QATAR PROVA A BYPASSARE L’EMBARGO

Pubblicato il 7 settembre 2017 alle 6:03 in Medio Oriente Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al-Thani, ha inaugurato ufficialmente il porto di Hamad, nell’area di Umm Al-Houl, a sud di Doha. Si tratta del porto più grande e più moderno della regione e si prevede che acquisirà più di un terzo del commercio della regione mediorientale e che fornirà più del 200% delle necessità del mercato locale.

Entro il 2020, il porto, già uno dei più grandi della regione, sarà dotato di 3 terminal, in grado di gestire 7,5 milioni di container all’anno.

Alla cerimonia di inaugurazione, che si è tenuta martedì 5 settembre 2017, hanno partecipato 11 ministri e autorità del settore dei trasporti provenienti da Marocco, Oman, Kuwait, Italia, Francia e Bulgaria.

Nel suo discorso di inaugurazione, il ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni qatarino, Jassim bin Saif Al-Sulaiti, ha affermato: “la nostra presenza qui, nel cuore di questo progetto, è la prova che nulla cambierà la nostra determinazione e il nostro cammino”.

Secondo quanto riferito da The New Arab, il porto sarebbe stato costruito per bypassare l’embargo e, nei mesi scorsi, avrebbe già svolto un ruolo fondamentale in questo senso.

Dopo l’imposizione dell’embargo, imposto da Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto il 5 giugno 2017, il Qatar ha iniziato a potenziare le proprie capacità nel commercio marittimo, considerando il fatto che il Paese è estremamente dipendente dalle importazioni di risorse alimentari.

Nei mesi scorsi, il porto di Hamad ha contribuito notevolmente al trasferimento in Qatar delle risorse alimentari, provenienti, in particolare, dalla Turchia, che ha sempre sostenuto Doha sin dall’inizio dell’embargo.

In questo senso, il porto svolge un ruolo fondamentale per il Qatar, dal momento che sfrutta la posizione strategica del Paese nella regione, e ciò lo rende uno dei principali hub logistici in tutto il Medio Oriente.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.