TRUMP CONDANNA L’ULTIMO TEST ATOMICO DELLA COREA DEL NORD

Pubblicato il 4 settembre 2017 alle 8:38 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente americano, Donald Trump, ha condannato l’ultimo test atomico della Corea del Nord, esortando i propri alleati a prendere seri provvedimenti, dal momento che, a suo avviso, “i colloqui di pace non funzioneranno” con il leader Kim Jong-un.

Domenica 3 settembre, la Corea del Nord ha effettuato un test nucleare sotterraneo, sperimentando una bomba all’idrogeno che ha provocato un sisma di grado 6,3 in tutto il Paese. Prima dell’esperimento, la tv di Stato nordcoreana aveva annunciato l’evento, allarmando il mondo intero. In un comunicato del presidente americano si legge che “le parole e le azioni di Pyongyang continuando a essere ostili e pericolose nei confronti degli Stati Uniti e degli altri Paesi asiatici. Il comportamento del regime nordcoreano è fonte di grande imbarazzo per la Cina e, allo stesso modo, la Corea del Sud si sta rendendo conto che i colloqui di pace non avranno mai successo”. Nella giornata di ieri, Trump ha incontrato la propria squadra di sicurezza nazionale per affrontare la questione.

Il segretario della difesa americano, James Mattis, ha riferito che “gli USA stanno valutando diverse opzioni militari per rispondere alle provocazioni di Kim Jong-un, e che Trump le analizzerà tutte quante”. L’annuncio è stato effettuato ieri, domenica 3 settembre, congiuntamente al generale dei Marines, Joe Dunford, presidente del Joint Chief of Staff. Nelle conclusioni, Mattis ha sottolineato che gli Stati Uniti hanno la capacità di difendere sé stessi e i propri alleati asiatici, quali Giappone e Corea del Sud, da qualsiasi attacco. “Qualunque minaccia contro di noi, i nostri territori, e i nostri alleati, sarà contrastata con un’offensiva militare”, ha affermato il segretario della difesa.

Il recente test nucleare è stato il sesto condotto dalla Corea del Nord dal 2006 a oggi, e il primo da quando il leader americano ha iniziato il proprio mandato presidenziale, il 20 gennaio 2017. La precedente esercitazione atomica condotta da Pyongyang risale al 9 settembre 2015. Secondo quanto riportato dalle autorità di Pyongyang, l’esperimento “è stato un successo perfetto e uno step finale per testare la forza nucleare del regime”.

Tra le fine di luglio e l’inizio di agosto, gli Stati Uniti e la Corea del Nord avevano già vissuto un momento di massima tensione. In seguito all’adozione di un nuovo pacchetto di sanzioni contro Pyongyang, da parte del Congresso americano, avvenuto il 27 luglio, la Corea del Nord, il 28 luglio, aveva testato un missile balistico intercontinentale che, ad avviso degli esperti, sarebbe potuto essere in grado di raggiungere la costa occidentale statunitense. A quel punto, Trump aveva minacciato di ricorrere “al fuoco e alla furia”, nel caso in cui Pyongyang avesse continuato a mettere in pericolo gli Stati Uniti. Di tutta risposta, Kim Jong-un aveva reso noto di voler lanciare un missile capace di creare un’ondata di fuoco avvolgente intorno all’isola dell’oceano Pacifico occidentale Guam, dove gli USA hanno una base aerea militare molto importante. Nonostante le minacce, è trascorso un mese di tregua, durante il quale né gli USA, né la Corea del Nord hanno più effettuato esercitazioni. Le dichiarazioni del segretario di Stato americano, Rex Tillerson, e del segretario della difesa, James Mattis, il 14 agosto, avevano addirittura lasciato intendere che Washington fosse predisposta al dialogo con Pyongyang.

Tuttavia, due lanci missilistici nordcoreani, avvenuti il 26 e il 29 agosto, insieme al test nucleare di ieri, hanno interrotto la tregua, fomentando nuovamente le tensioni.

Sofia Cecinini

di Redazione

Articoli correlati

Nigeria USA e Canada

Incontro Buhari-Trump: Nigeria e USA rafforzano i legami

Il presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, ha incontrato Donald Trump a margine della 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu, a New York. Si è trattato del primo meeting tra i due leader, i quali avevano colloquiato telefonicamente lo scorso febbraio

Iran Medio Oriente

L’Iran presenta un nuovo missile balistico

L’Iran ha svelato un nuovo missile balistico a lungo-raggio. La notizia giunge dopo lo scambio di battute tra Trump e Rouhani in merito all’accordo sul nucleare

Europa Yemen

Italia: 1 milione di euro allo Yemen per combattere la malnutrizione dei bambini

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, ha annunciato che l’Italia donerà più di un milione di euro allo Yemen, per aiutarlo a combattere la malnutrizione dei bambini

Africa Camerun

Camerun: giornalisti come terroristi

Secondo quanto riferito da alcuni osservatori internazionali, le autorità del Camerun stanno applicando la legge anti-terrorismo per arrestare e minacciare i giornalisti, creando un clima di paura in tutto il Paese

Corea del Nord USA e Canada

Trump ordina l’aumento delle sanzioni economiche contro Pyongyang

Donald Trump ha ordinato l’inasprimento delle sanzioni economiche contro la Corea del Nord, per aumentare gli sforzi volti a isolare il regime di Kim Jong-un

Afghanistan Asia

L’Afghanistan guarda al Pakistan

Alcuni ufficiali afghani sono convinti che il Pakistan possa trasformarsi in un buon alleato regionale, attraverso l’adozione di un nuovo approccio verso l’Afghanistan


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.