DEIR EZZOR: MENO DI 48 ALL’ARRIVO DELLE TRUPPE DI AL-ASSAD

Pubblicato il 4 settembre 2017 alle 21:32 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governatore della provincia siriana di Deir Ezzor, Mohammed Ibrahim Samra, ha dichiarato che l’esercito siriano raggiungerà la città di Deir Ezzor entro 48 ore.

Il governatore ha riferito, in una telefonata a Reuters, che “gli eroi dell’esercito arriveranno a Deir Ezzor in 24-48 ore al massimo” e ha precisato che, al momento della dichiarazione, l’esercito si trovava a 18-20 km dalla città. Il Ministero della difesa russo ha confermato che l’aviazione di Mosca ha colpito un convoglio di combattenti dell’ISIS nella regione di Deir Ezzor, lasciando sul terreno 80 miliziani, 2 tank, 3 carri leggeri e decine di autovetture militari, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Ria Novosti.

Il governatorato di Deir Ezzor era stato conquistato dai militanti dell’ISIS nel luglio 2014. Al momento, la città costituisce una delle ultime roccaforti dello Stato Islamico in Siria. In seguito all’avanzamento delle Syrian Democratic Forces a Raqqa e alla vittoria di Hezbollah contro le milizie dello Stato Islamico nelle zone di confine tra Siria e Libano, i militanti dello Stato Islamico si stanno riversando a Deir Ezzor, per fornire sostegno nello scontro contro le milizie di Al-Assad.

Da mesi, le forze del regime di Bashar Al-Assad stanno combattendo nelle aree limitrofe contro i militanti dello Stato Islamico, con il sostegno dei raid aerei russi. Il 29 agosto 2017, le forze del regime siriano avevano lanciato un attacco a sorpresa nel villaggio occidentale di Deir Ezzor. Due giorni dopo, il 31 agosto, erano riuscite a prendere il pieno controllo della montagna strategica di Bishiri, ad ovest della città di Deir Ezzor.

Recentemente, la Russia ha intensificato la propria campagna aerea in Siria per sostenere le forze del presidente Bashar Al-Assad negli scontri a Deir Ezzor. La Russia è intervenuta militarmente in Siria per sostenere le forze del regime di Bashar Al-Assad il 30 settembre 2015.

Secondo quanto riportato dal capo delle Forze armate russe, il colonnello generale, Sergei Rudskoi, i militanti dell’ISIS stanno fuggendo dai territori in cui lo Stato Islamico sta subendo ingenti perdite, in particolare Mosul e Raqqa, per cercare di raggiungere Deir Ezzor.

Inoltre, il 27 agosto 2017, l’ISIS e le milizie di Hezbollah, in accordo con le forze del regime siriano di Bashar Al-Assad, avevano proclamato una tregua che prevede il trasferimento di circa 300 militanti dello Stato Islamico dalla zona di Qalamun, al confine tra Siria e Libano, a Deir Ezzor. In cambio, la parte libanese avrebbe sospeso le operazioni militari contro lo Stato Islamico nel territorio libanese, al confine con la Siria.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.