TALEBANI PAKISTANI: NUOVO MAGAZINE DI PROPAGANDA DIRETTO ALLE DONNE

Pubblicato il 2 settembre 2017 alle 10:00 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I talebani pakistani, Tehreek-e-Taliban (TTP), nel mese di agosto, hanno diffuso una rivista propagandistica in lingua inglese dedicata alle donne, con l’intento di reclutare nuove combattenti.

Una pagina della nuova rivista dei talebani pakistani dedicata alle donne. Fonte: CNN

Una pagina della nuova rivista dei talebani pakistani dedicata alle donne. Fonte: CNN

Il magazine Sunna E Kahula, ispirato al nome di una militante musulmana del VII secolo, esorta le sorelle jihadiste a riunirsi segretamente nelle case, e a organizzare campi di addestramento per prepararsi alle operazioni suicide.

A diffondere la notizia del nuovo prodotto dei talebani pakistani è stata la CNN, la quale spiega che Sunna E Kahula rappresenta la prima rivista propagandistica del suo genere, e che, allo stesso tempo, prende esempio dai metodi utilizzati dall’ISIS per reclutare le donne. Ad avviso dell’emittente statunitense, inoltre, le tempistiche della diffusione del nuovo magazine non sono state casuali. Dal momento che i jihadisti dell’ISIS hanno quasi perso tutti i territori sotto il loro controllo in Siria e in Iraq, i talebani hanno colto l’occasione per offrire un’alternativa alle donne radicalizzate disposte a giurare fedeltà a un nuovo gruppo estremista. Come spiega Nikita Malik, ricercatrice presso la Henry Jackson Society, “ora che il califfato sta scomparendo, i talebani pakistani stanno cercando di sfruttare il momento per ottenere nuovi seguaci”. Anche se i terroristi asiatici si sono serviti delle donne già in passato, seppur non per combattere, adesso, ad avviso di Nikita Malik, questa nuova rivista indica un cambiamento nella loro strategia. “Sembra che i talebani stiano cercando di rivolgersi a un’audience diversa per ottenere nuove reclute, con l’intenzione di armare le donne”, spiega la ricercatrice.

L’esperta di terrorismo femminile Mia Bloom, che ha studiato l’avvicinamento dei gruppi terroristici come Tehreek-e-Taliban alle donne nel corso del tempo, riferisce che dietro alla scelta di diffondere un magazine dedicato alle combattenti c’è una precisa logica. “Per i talebani le donne sono uno strumento da sfruttare per qualsiasi necessità, giacché il loro fine ultimo è quello di sopravvivere ed espandere la propria presenza sempre di più”, ha riferito la Bloom alla CNN, aggiungendo che, esattamente come per l’ISIS, anche per i talebani le donne sono fondamentali perché, grazie a loro, vengono create le nuove generazioni di jihadisti. In particolare, lo Stato Islamico ha sempre dedicato molta attenzione al reclutamento delle fondamentaliste e, come ha notato la Bloom, ora che i miliziani di al-Baghdadi stanno perdendo terreno, il loro messaggio propagandistico si è modificato. In un recente video rilasciato dai terroristi si vedono bambine che recitano il Corano in classe. “Il messaggio è chiaro, l’ISIS ci sta dicendo: educhiamo le ragazze, non siamo come Boko Haram”. Il gruppo terroristico nigeriano è noto per utilizzare giovani donne e, ultimamente, anche neonati, per commettere attacchi suicidi in luoghi affollati.

I talebani pakistani, che hanno sempre attribuito un ruolo minore alle donne, bandendole persino dalle scuole nel 2009, adesso, con questa nuova pubblicazione sembrano volersi rivolgere a un pubblico di ragazze e donne ben educate e che parlano la lingua inglese, invogliandole a unirsi alla loro lotta.

Le operazioni militari per eliminare la minaccia dei talebani in Pakistan vanno avanti dal 2007 e interessano per lo più le aree tribali del Paese. Il 22 febbario 2017, le autorità pakistane hanno lanciato una nuova missione, chiamata Raad-al-Fasad (eliminazione del caos), per aumentare la lotta contro i terroristi locali. Nonostante gli sforzi, il governo americano ha inserito il Pakistan al quarto posto nella lista dei dieci Paesi che hanno subito il maggior numero di attacchi terroristici in tutto il mondo, nel 2016, con un totale di 734 attentati e 1010 vittime.

In conclusione, la pubblicazione di questa nuova rivista dimostra che i talebani pakistani, rivolgendosi alle donne e invitandole a combattere, hanno intenzione di portare avanti le loro offensive per destabilizzare ulteriormente il Paese.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.