YEMEN: UNA NUOVA ALLEANZA POLITICA

Pubblicato il 30 agosto 2017 alle 6:03 in Medio Oriente Yemen

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Nove tra partiti e organizzazioni politiche yemeniti hanno annunciato la formazione di una nuova alleanza politica nella città di Taiz, situata nella parte sud occidentale del Paese.

La nuova alleanza mira a rovesciare l’esito del colpo di stato degli Houthi e dei sostenitori del presidente destituito Ali Abdullah Saleh, avvenuto il 22 gennaio 2015, sulla base del consenso legittimo e dei risultati della Conferenza Nazionale del Dialogo.

La Conferenza Nazionale del Dialogo si è tenuta nella capitale yemenita dal 18 marzo 2013 al 24 gennaio 2014 e ha portato all’approvazione di un documento sul quale si baserà la futura costituzione dello Yemen. Secondo il documento, Hadi manterrà il suo ruolo fino all’elaborazione della nuova costituzione e all’organizzazione delle elezioni.

Secondo quanto riferito in un comunicato, l’alleanza mira a ripristinare le istituzioni dello Stato, a interrompere l’assedio sulla città di Taiz e ad affrontare le conseguenze della guerra e delle condizioni imposte dopo il colpo di stato.

Nel frattempo, il governo del presidente yemenita riconosciuto internazionalmente, Rabbo Mansour Hadi, ha chiesto alla comunità internazionale di fare pressione sugli Houthi al fine di “porre fine agli attacchi contro i civili nella città di Taiz”.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa ufficiale yemenita (SABA), una fonte del governo avrebbe criticato “il silenzio della comunità internazionale in merito ai crimini che le milizie del colpo di stato stanno commettendo contro i cittadini di Taiz da circa tre anni”.

Il 17 agosto 2017, le forze di resistenza popolare, gruppi armati fedeli al presidente Hadi e impegnati nella lotta contro gli Houthi erano riuscite a strappare alcune aree chiave al controllo degli Houthi sulla costa occidentale, una delle principali arterie per la distribuzione dei rifornimenti militari.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Articoli correlati

Iraq Medio Oriente

Iraq: al via la battaglia di Al-Anbar

L’Iraq ha annunciato l’inizio delle operazioni militari per sottrarre i distretti di Anah e Al-Rihana, nella zona occidentale del governatorato di Al-Anbar, al controllo dello Stato Islamico

Arabia Saudita Medio Oriente

Arabia Saudita – Gran Bretagna: accordi militari

L’Arabia Saudita e la Gran Bretagna hanno firmato un accordo quadro di cooperazione in ambito militare e della sicurezza

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.