INGHILTERRA E OMAN RAFFORZANO I LEGAMI MILITARI

Pubblicato il 30 agosto 2017 alle 20:21 in Europa Oman

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli esteri inglese, Michael Fallon, ha concluso alcuni accordi militari con l’Oman, assicurando l’accesso alla base navale di Duqm alle navi inglesi.

Fallon è giunto in visita nel sultanato lunedì 28 agosto per rafforzare i legami con le autorità di Muscat e firmare diversi patti militari. Tra questi, è stato concluso un memorandum d’intesa che permetterà alla marina inglese di usufruire della base navale nel Paese del Golfo, considerata un punto strategico del Medio Oriente. “L’Oman è un vecchio alleato dell’Inghilterra, continuiamo a collaborare in ambito diplomatico, economico e di sicurezza. L’accordo sula base di Duqm rafforza ulteriormente le relazioni tra i nostri Paesi”, ha riferito Fallon. Tra le navi inglesi che avranno accesso a Duqm c’è HSM Queen Elizabeth, la portaerei più grande in possesso della marina inglese. Secondo un comunicato degli ufficiali inglesi, grazie alla sua permanenza nella base dell’Oman, la Queen Elizabeth potrà partecipare a importanti progetti nella regione. È prevista anche l’instaurazione di una Joint Logistic Support Base in Oman, che renderà permanente la presenza della marina inglese nel Paese del Golfo.

L’Oman e l’Inghilterra intrattengono forti relazioni militari dagli anni ’70. In particolare, Londra è stata un alleato chiave nella guerra tra il sultano Qaboos, salito al potere nel 1970, e i separatisti del sud del Paese. Gli ufficiali della marina inglese hanno anche addestrato le forze armate locali, fornendo loro armi e jet da guerra.

Sofia Cecinini

di Redazione

Articoli correlati

Europa

Attentato alla metro di Londra: arrestato il sesto sospettato

Ammontano a 6 gli individui trattenuti dalla polizia sospettati di essere legati all’esplosione nella metro di Londra del 15 settembre

Europa Immigrazione

Alfano all’Onu: Italia sempre più impegnata in Libia

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, in occasione della 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu a New York, ha incontrato due funzionari libici

Europa

Catalogna: blitz della Guardia Civil. Esplode la protesta

Si fa sempre più alta la tensione in Spagna, dove si avvicina l’atteso giorno del referendum sull’indipendenza della Catalogna, previsto il prossimo 1 ottobre

Immigrazione Niger

Niger: i cacciatori di migranti dell’Europa

Il Niger è sempre stato un Paese di transito per i flussi migratori provenienti dall’Africa occidentale e diretti verso la Libia e l’Algeria. In particolare, l’instabilità politica, sociale ed economica che caratterizza il Paese africano da quasi sessant’anni ha contribuito favorire le attività dei trafficanti di esseri umani

Europa

Referendum catalano: Madrid si prepara

La prevenzione del referendum sull’indipendenza catalana non è l’unica preoccupazione del governo di Madrid, che deve prepararsi ad affrontare diversi scenari possibili: dalle elezioni anticipate al ritiro delle competenze autonomiche alla Catalogna. I …

Ucraina

Poroshenko: USA approvano finanziamento da $500 milioni per Ucraina

Secondo quanto affermato dal presidente Poroshenko, gli Stati Uniti hanno approvato un finanziamento per Kiev da 500 milioni di dollari destinati al settore della sicurezza e della difesa


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.