DONBASS: UCRAINA DICHIARERÀ UFFICIALMENTE RUSSIA PAESE AGGRESSORE

Pubblicato il 30 agosto 2017 alle 8:41 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

 

Nel nuovo disegno di legge sulla reintegrazione del Donbass la Russia verrà ufficialmente considerata come “paese aggressore”. Lo ha dichiarato la rappresentante della presidenza ucraina nel Parlamento, Irina Lutsenko, nel corso di un’intervista in diretta tv.

“Si tratta della prima volta, a livello legislativo ovviamente, che verrà introdotto il concetto di Russia come paese aggressore”, ha affermato la rappresentante del presidente, Petro Oleksijovyč Porošenko.

Bandiere dell'Ucraina e della Federazione Russa. Fonte: eunews

Bandiere dell’Ucraina e della Federazione Russa. Fonte: eunews

La rappresentante della presidenza avrebbe inoltre affermato che all’interno del disegno di legge sulla reintegrazione del Donbass verrà inserito un collegamento al 51° articolo della Carta delle Nazioni Unite in materia di autodifesa dei popoli.

“Questo significa che l’Ucraina ha diritto a difendersi da qualsiasi aggressore. Ci teniamo  a ribadirlo: non si tratta di una guerra, bensì di autodifesa. A questo proposito, abbiamo bisogno che il Fondo Monetario Internazionale ci dia le risorse di cui abbiamo bisogno”, ha spiegato la Lutsenko.

Stando alle dichiarazioni del deputato russo della Duma eletto in Crimea, Ruslan Balbek, questa mossa permetterebbe alle autorità di Kiev di rompere gli ultimi legami tra il popolo russo e quello ucraino.

La Russia ha in più di un’occasione sottolineato di non essere coinvolta nel conflitto interno ucraino nel Donbass, come del resto sancito dagli accordi di Minsk firmati dallo stesso presidente ucraino Porošenko.

 

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.