AFGHANISTAN: ATTACCO SUICIDA COORDINATO A JALALABAD

Pubblicato il 30 agosto 2017 alle 17:06 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’agenzia di stampa afghana Khaama Press ha riportato che due attentatori hanno fatto irruzione nella residenza del giurista Haji Zahir Qadir, presso Jalalabad, nella provincia di Nargarhar.

Secondo ufficiali governativi, l’incidente è avvenuto questa mattina presto e ha causato la morte di due persone. Uno dei due attentatori è stato identificato e ucciso da una delle guardie del corpo di Qadir, mentre il secondo è riuscito a farsi esplodere. Al momento, nessun gruppo ha rivendicato l’attacco.

Qadir era un giurista noto in Afghanistan per aver pianificato diverse operazioni contri i militanti dell’ISIS nella zona. La sicurezza nella regione orientale di Nargarhar è iniziata a peggiorare nel corso dei mesi recenti, a causa delle offensive portate avanti dai talebani e dalla Khorasan Province, la branca dello Stato Islamico attiva in Afghanistan dall’aprile 2015.

Nonostante i talebani e jihadisti dell’ISIS si siano scontrati periodicamente nel corso dei due anni passati per accaparrarsi il controllo di territori afghani, ultimamente, le autorità afghane sono convinte che i due gruppi abbiano effettuato operazioni congiunte. Non a caso, secondo un’indagine condotta dalla United Nations Assistance Mission in Afghanistan (UNAMA), pubblicata il 21 agosto, i talebani e l’ISIS hanno condotto attacchi coordinate nel corso di questo mese. In particolare, nell’assalto del 5-6 agosto nella provincia di Sar-e Pul, in cui sono morti più di 40 civili, i combattenti dei due gruppi armati hanno collaborato, commettendo una strage che è stata definita “un crimine di guerra”.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.