KABUL: ATTACCO SUICIDA CONTRO UNA BANCA NEL QUARTIERE DIPLOMATICO

Pubblicato il 29 agosto 2017 alle 12:16 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un attentatore suicida si è fatto esplodere nei pressi di una banca, a Kabul, nelle vicinanze di un compound dell’ambasciata americana, causando la morte di almeno 4 persone, e il ferimento di molte altre.

Nessun gruppo terroristico, al momento, ha rivendicato l’attentato, ma un portavoce dei talebani ha reso noto che verificherà al più presto se i militanti afghani sono stati i responsabili. L’attacco di oggi è l’ultimo di una serie di operazioni suicide contro la capitale afghana dove, secondo le Nazioni Unite, 209 civili sono morti, mentre altri 777 sono stati feriti, nei primi sei mesi del 2017. Il governo del presidente afghano, Ashraf Ghani, ha ordinato lo schieramento delle forze di sicurezza nel centro di Kabul, al fine di aumentare i controlli.

Dopo essere stati abbattuti dagli americani, in seguito all’invasione del 2001, i talebani sono tornati a essere un gruppo insurrezionale che compie numerose offensive e campagne suicide per destabilizzare il Paese e riprendere il controllo del governo. Nonostante il supporto della NATO, le autorità afghane continuano a trovarsi in grossa difficoltà a causa della loro forza. I talebani, in particolare, mirano ad attaccare le forze di sicurezza locali. Il 10 agosto, un’esplosione rivendicata dai talebani ha colpito un veicolo della polizia a Kabul, causando il ferimento di almeno 4 agenti.

La capitale afghana non è teatro soltanto della furia dei militanti afghani, ma anche di attacchi rivendicati dall’ISIS. L’ultimo si è verificato il 25 agosto, quando un kamikaze si è fatto esplodere all’interno della moschea sciita Qala-Najara, durante le preghiere del venerdì, mentre altri uomini armati hanno assalito l’edificio. Dall’aprile 2015, l’Afghanistan è colpito dalla violenza della Khorasan Province, la branca delle Stato Islamico che opera in territorio afghano e in Pakistan, e che compie spesso attacchi contro le minoranze sciite locali.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.