SIRIA: L’ISIS UCCIDE 34 SOLDATI DELL’ESERCITO DI AL-ASSAD

Pubblicato il 27 agosto 2017 alle 18:03 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Osservatorio siriano per i diritti umani ha riferito che 34 soldati delle forze del regime siriano e delle forze legate a questo sono stati uccisi in un attacco perpetrato dallo Stato Islamico per riprendere le aree controllate dall’esercito di Bashar Al-Assad nel governatorato di Raqqa, nel nord della Siria.

L’operazione, che si è svolta venerdì 25 agosto, ha colpito le truppe del regime siriano a Maadan, una delle ultime città sotto il controllo dell’ISIS nel governatorato di Raqqa, ed è riuscita a far arretrare le forze del regime di circa 30 km. Nello scontro sono morti anche 12 militanti dello Stato Islamico.

Maadan si trova a metà strada tra Raqqa e Deir Ezzor, dove le forze siriane controllano circa metà della città, oltre a una base militare, situata nelle vicinanze.

Secondo quanto riportato dall’Osservatorio, giovedì 24 agosto, lo Stato Islamico sarebbe riuscito a riprendere il controllo di ampie aree ad est del governatorato di Raqqa e a espellere le forze del regime.

Giovedì 24 agosto, le forze del regime e i suoi alleati erano riuscite a circondare completamente i militanti dello Stato Islamico nella regione desertica di Badia. La regione, sotto il controllo dello Stato Islamico dal 2014, collega molte province siriane e si estende dal centro della Siria al confine con la Giordania e l’Iraq.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.