IL QATAR RISTABILISCE LE RELAZIONI DIPLOMATICHE CON L’IRAN

Pubblicato il 26 agosto 2017 alle 21:03 in Medio Oriente Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Tamim bin Hamad al-Thani, Emiro del Qatar. Foto di Chuck Hagel (11 aprile 2014)

Tamim bin Hamad al-Thani, Emiro del Qatar. Foto di Chuck Hagel (11 aprile 2014)

Il Qatar ha ristabilito le relazioni diplomatiche con l’Iran. Si tratta di una mossa di chiara opposizione nei confronti delle richieste di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto.

Il 23 giugno 2017, i quattro Paesi avevano inviato a Doha, attraverso la mediazione del Kuwait, 13 richieste che il Paese avrebbe dovuto realizzare per porre fine all’embargo imposto contro il Qatar. Tra le richieste vi era l’interruzione di tutti i rapporti con l’Iran. Il Qatar aveva poi rifiutato ufficialmente le richieste definendole in contrasto con i principi di sovranità nazionale e di non ingerenza negli affari interni.

L’embargo era stato imposto al Qatar da Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto il 5 giugno 2017, dopo che Doha era stata accusata di sostenere il terrorismo nella regione e di finanziare le organizzazioni terroristiche.

L’Iran ha accolto favorevolmente la decisione del Qatar, che, mercoledì 23 agosto 2017, ha annunciato il ritorno del proprio ambasciatore a Teheran per svolgere le sue funzioni diplomatiche e rafforzare i rapporti tra i due Paesi in tutti i campi.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasimi, ha definito la decisione di Doha “una decisione logica e positiva” e ha ribadito che l’Iran accoglie favorevolmente ogni passo volto a potenziare i rapporti tra i Paesi vicini.

Prima di comunicare la propria decisione, il ministro degli Esteri qatarino, Al Thani, aveva avuto un colloquio telefonico con il suo omologo iraniano, Mohammad Javad Zarif, per discutere le relazioni bilaterali e le modalità per sostenerle e svilupparle, oltre ad altre questioni di interesse comune.

Il Qatar aveva richiamato il proprio ambasciatore da Teheran, dopo che l’Arabia Saudita aveva tagliato i rapporti diplomatici con l’Iran, accusandolo di non aver protetto la propria ambasciata nel Paese. L’ambasciata saudita a Teheran era stata presa d’assalto dopo che, il 2 gennaio 2016, l’Arabia Saudita aveva giustiziato 47 persone considerate terroristi, tra cui un importante leader religioso sciita, Nimr Al-Nimr.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Articoli correlati

Iraq Medio Oriente

Turchia, Iran e Iraq contro il referendum curdo

Turchia, Iran e Iraq si oppongono al referendum sull’indipendenza della regione del Kurdistan iracheno, che si terrà il prossimo 25 settembre

Afghanistan Asia

UFFICIALI AFGHANI ACCUSANO IRAN DI SUPPORTARE I TALEBANI

Il quotidiano Afghanistan Times ha riportato che, ad avviso del generale dell’esercito di Kabul, Sharif Yaftali, nell’ovest del Paese sono stati rinvenuti documenti che dimostrano il sostegno dell’Iran ai talebani

Iran Medio Oriente

ISRAELE TEME LE MIRE DELL’IRAN SULLA SIRIA

Israele teme le mire dell’Iran sulla Siria, in particolare il formarsi di una presenza stabile di Teheran nel territorio siriano

Medio Oriente Qatar

CRISI DEL GOLFO: TRUMP TEME L’AVVICINAMENTO DI QATAR E IRAN

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha sollecitato i Paesi del Golfo a trovare una soluzione diplomatica alla crisi in corso. La preoccupazione degli Stati Uniti è l’avvicinamento tra Qatar e Iran

Israele Medio Oriente

ISRAELE TUONA CONTRO L’IRAN

Il Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha tuonato contro l’Iran, accusandolo di essere impegnato nella costruzione di siti destinati alla produzione di missili guidati, sia in Siria sia in Iran. L’obiettivo sarebbe quello di utilizzarli conto Israele

Medio Oriente Turchia

TURCHIA E IRAN: OPERAZIONE MILITARE CONGIUNTA CONTRO IL PKK

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan potrebbe lanciare in qualsiasi momento un’operazione militare congiunta con l’Iran contro il PKK da entrambi i lati del confine


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.