KHARTUM: TROVATO MORTO AMBASCIATORE RUSSO IN SUDAN

Pubblicato il 24 agosto 2017 alle 16:39 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ambasciatore russo in Sudan, Mirgayas Shirinsky, è stato trovato morto nella sua residenza di Khartum.

La notizia è stata diffusa dai Ministeri degli Esteri russo e sudanese. Shirinsky, 60 anni, è stato rinvenuto senza vita nella piscina della propria casa della capitale del Sudan, mercoledì 23 agosto. Al momento, non è stata resa nota la causa della sua morte, ma sono in corso indagini per capire se sia deceduto per un malore, o se sia stato ucciso.

Prima di essere mandato in Sudan, il funzionario russo era stato in Egitto, in Yemen, in Arabia Saudita e in Rwanda. A Khartum, Shirinsky aveva partecipato attivamente ai negoziati per il rilascio di due connazionali russi che erano stati rapiti nella regione del Darfur, nel 2015.

Nel corso dell’anno passato, numerosi diplomatici e funzionari russi sono morti. Si ricorda l’uccisione di Andrey Karlov, ambasciatore russo in Turchia, assassinato il 19 dicembre 2016 ad Ankara in una galleria d’arte in occasione di una mostra fotografica promossa dall’ambasciata russa, per mano del poliziotto 22enne turco, Mevlut Mert Altıntas.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.