FILIPPINE: SCONTRO TRA RIBELLI ED ESTREMISTI ISLAMICI

Pubblicato il 24 agosto 2017 alle 20:05 in Asia Filippine

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il gruppo di ribelli separatisti delle Filippine meridionali, il Fronte Moro per la Liberazione Islamica (MILF), si sta impegnando attivamente al fianco del governo di Manila per fermare la diffusione dell’estremismo islamico nei suoi territori sull’isola di Mindanao.

Sono state 10 le vittime tra le fila del MILF durante uno scontro con i militanti che hanno giurato fedeltà all’Isis, mercoledì 23 agosto, non sono noti i numeri delle perdite tra gli estremisti. I gruppi di militanti radicalisti islamici – alleati al gruppo Maute che assedia la città di Marawi dal 23 maggio – vogliono creare una provincia del califfato dell’Isis sull’isola di Mindanao, territorio che il Fronte Moro per la Liberazione Islamica reputa suo.

Il MILF è il più importante gruppo di ribelli delle Filippine e auspica una autonomia –anche parziale – dell’isola meridionale di Mindanao a maggioranza islamica dal resto delle Filippine cattoliche. Per raggiungere questo obiettivo il Fronte Moro per la Liberazione Islamica ha aperto un negoziato con il governo, ancora in corso, in base al quale l’esercito ha fornito armamenti al gruppo perché lo aiuti nel debellare la minaccia dell’estremismo jihadista nel sud del paese.

“I radicalisti stanno aumentando”, ha dichiarato un portavoce del MILF, Mohagher Iqbal. La battaglia tra i quasi 50 militanti estremisti e gli uomini del Fronte Moro si è svolta tra la foresta e le fattorie della città di Datu Salibo. Datu Salibo è a circa 100 km di distanza da Marawi e a 800 km dalla capitale delle Filippine, Manila.

Soldato Moro con cartello a favore del processo di pace tra il MILF e il governo delle Filippine. Fonte: Wikipedia Commons

Soldato Moro con cartello a favore del processo di pace tra il MILF e il governo delle Filippine. Fonte: Wikipedia Commons

Il Fronte Moro per la Liberazione Islamica conta 10 mila persone ed è stato per decenni alla guida della ribellione che mira all’istaurazione di una zona autonoma o indipendente dal governo centrale di Manila per l’isola di Mindanao, dove la maggioranza della popolazione è di religione islamica. L’accordo di pace tra il governo e il MILF è stato avviato nel 2014 e prevede la concessione di autonomia nel governo della regione musulmana di Mindanao. Il Fronte Moro auspica che il presidente Duterte possa sostenerlo nel concretizzare il progetto e possa intercedere presso il congresso. Il negoziato per il processo di pace è rimasto in sospeso dal gennaio 2015 generando frustrazione tra le fila dei musulmani del sud delle Filippine. Il MILF ha spesso fatto presente al governo che se l’accordo di pace dovesse fallire, molti tra le sue fila, soprattutto i più giovani finirebbero nei gruppi di estremisti.

La presenza di gruppi estremisti, come il gruppo Maute a Marawi, ma come anche alcuni ex membri del MILF che scelgono la via della radicalizzazione e giurano fedeltà all’Isis rende più impervia la strada verso il governo autonomo per il Fronte Moro.

Ilaria Tipà

di Redazione

Articoli correlati

Asia Corea del Nord

Segretario Generale Onu: Soluzione Pacifica per la Corea del Nord

Il Segretario Guterres ha dichiarato che il mondo teme la guerra nucleare in Corea del Nord e chiesto una risoluzione politica alle tensioni crescenti. Donald Trump ha ribadito la posizione Usa e minacciato di distruggere Pyongyang

Asia Corea del Nord

Corea del Nord: Cina e Russia chiedono risoluzione pacifica

I ministri degli esteri di Cina e Russia si sono incontrati a New York e hanno richiesto una risoluzione pacifica della questione nordcoreana

Asia Myanmar

Malesia: Myanmar è la nuova meta per il jihad

L’Isis si aggiunge ad Al Qaeda nella chiamata alle armi per i musulmani perché difendano l’etnia minoritaria Rohingya di fede islamica perseguitata in Myanmar

Afghanistan Asia

Le autorità afghane vorrebbero addestrare e armare 20,000 civili

Le autorità afghane stanno valutando la possibilità di addestrare e armare 20,000 civili per aumentare le operazioni contro i talebani e l’ISIS

Asia Myanmar

Myanmar: Aung San Suu-kyi chiede aiuto per i Rohingya

La leader del Myanmar ha parlato per la prima volta della crisi umanitaria dei Rohingya e chiesto l’aiuto della comunità internazionale

Asia Corea del Sud

Corea: esercitazione aerea tra USA e Corea del Sud

La Corea del Sud e gli Usa hanno avviato un’esercitazione aerea congiunta sul cielo coreano, mentre Cina e Russia hanno avviato gli esercizi navali bilaterali


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.