I TALEBANI RISPONDONO ALLA NUOVA STRATEGIA ANNUNCIATA DA TRUMP

Pubblicato il 23 agosto 2017 alle 13:19 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

In seguito all’annuncio di Donald Trump riguardo alla nuova strategia americana in Afghanistan, il portavoce dei talebani, Zabiullah Mujahid, ha riferito che il Paese asiatico diventerà “il cimitero degli Stati Uniti.

Il 21 agosto, Trump ha reso noto che gli USA non abbandoneranno il l’Afghanistan, con l’obiettivo di eliminare tutti i terroristi dal suo interno, al fine di aiutare le autorità di Kabul a raggiungere una stabilità. Il 14 agosto, i talebani avevano pubblicato una lettera diretta al presidente americano, in cui lo intimavano a lasciare l’Afghanistan e di colloquiare con i cittadini, invece che con “i politici corrotti”. Dopo l’annuncio di lunedì scorso, i talebani affermano che, così facendo, Trump continuerà a sprecare le vite dei propri soldati. “Sappiamo come difendere il nostro Paese, tutto ciò non cambierà niente, abbiamo combattuto questa guerra per generazioni, non siamo spaventati e continueremo fino al nostro ultimo respiro”, hanno riferito i combattenti. A loro avviso, tale decisione dimostra che Trump ha assunto lo stesso atteggiamento arrogante di presidenti precedenti, come George W. Bush, il quale ordinò l’invio dei soldati americani in Afghanistan nel 2001.

Nonostante la sconfitta subita per mano statunitense, i talebani sono tornati a essere un gruppo insurrezionale che compie continue offensive per destabilizzare il governo afghano, con l’obiettivo di riprendere il potere. I continui scontri tra le forze di sicurezza locali e i talebani stanno causando la morte di un gran numero di civili. Secondo le stime delle Nazioni Unite, nei primi sei mesi del 2017, 1,662 cittadini sono morti, mentre altri 3,851 sono stati feriti.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.