IRAQ: AL VIA L’OPERAZIONE DI TAL AFAR

Pubblicato il 20 agosto 2017 alle 10:30 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

All’alba di oggi, 20 agosto, il primo ministro iracheno, Haydar Al-Abadi, ha annunciato l’inizio delle operazioni per riprendere la città di Tal Afar, l’ultima grande roccaforte dello Stato Islamico nella provincia di Ninive, nel nord dell’Iraq.

In un comunicato letto dallo stesso primo ministro in televisione, Al-Abadi ha affermato che “tutte le forze irachene dell’esercito, della polizia federale, le forze di mobilitazione popolare e le forze anti-terrorismo, insieme alle forze locali parteciperanno alle operazioni militari, con l’aiuto della coalizione internazionale, guidata dagli Stati Uniti”. Ai militanti dell’ISIS sarà concesso di scegliere tra la resa e la morte.

Il piano della battaglia prevede che le forze irachene circondino gradualmente la città da tre lati, est, ovest e sud, procedendo con attacchi aerei e di artiglieria.

Secondo quanto riportato da Al-Jazeera in lingua araba, i capi militari iracheni e americani si aspettano che ci siano circa 2000 uomini armati nella città, nonostante fonti dell’intelligence abbiano riferito che, negli ultimi mesi, i militanti dello Stato Islamico di Tal Afar siano stati colpiti duramente dagli scontri, dai bombardamenti aerei e dalla mancanza di aiuti.

Il 16 agosto, il governo dell’Iraq aveva avviato una campagna di bombardamenti aerei contro Tal Afar. I bombardamenti erano mirati a colpire gli obiettivi prescelti, indebolendo il nemico e spianando la strada alle operazioni militari vere e proprie.

L’ISIS aveva preso il controllo della città il 15 giugno 2014, causando lo sfollamento di migliaia di persone. Prima dell’inizio della battaglia, sono continuate le operazioni di allontanamento degli sfollati dalla città.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Esercito iracheno. Fonte: Wikimedia Commons.

Esercito iracheno. Fonte: Wikimedia Commons.

 

Leggete anche:

ISIS: una nuova roccaforte sta per essere assaltata in Iraq

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.