IRAN: VOTO DI FIDUCIA PER IL NUOVO GOVERNO

Pubblicato il 20 agosto 2017 alle 15:18 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Oggi, domenica 20 agosto 2017, il parlamento iraniano verrà chiamato a votare la fiducia per i ministri nominati dal presidente Hassan Rouhani.

Prima della votazione di fiducia da parte del parlamento, il presidente Rouhani terrà il suo ultimo discorso a favore dei candidati, che hanno già ottenuto l’approvazione dell’autorità religiosa iraniana, l’Ayatollah Ali Khameini.

Rouhani aveva presentato ufficialmente la nuova formazione di governo al parlamento martedì 8 agosto 2017. Nonostante il sistema iraniano consenta al presidente di avere 15 giorni di tempo per stilare la lista dei ministri dopo la sua nomina, Rouhani ha consegnato i nomi della nuova formazione di governo soltanto cinque giorni dopo la cerimonia di inaugurazione del suo secondo mandato presidenziale, che si è tenuta il 3 agosto.

Per il nuovo governo, Rouhani ha scelto di sostituire circa la metà dei ministri, rimpiazzando otto membri della precedente amministrazione. Nella lista sono presenti anche tre donne, due vicepresidenti e un’assistente presidenziale.

A partire dal giorno della consegna della lista dei nomi, il parlamento iraniano ha a disposizione una settimana di tempo per discutere la nomina di tutti i candidati. Il parlamento ha iniziato a discutere i membri del secondo governo di Rouhani martedì 15 agosto. Rouhani si è detto fiducioso che tutti i ministri verranno approvati e ha affermato: “Sono molto fiducioso che tutti i 17 ministri riceveranno il voto di fiducia dal parlamento”.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Il presidente iraniano, Hassan Rouhani. Fonte: Wikimedia Commons.

Il presidente iraniano, Hassan Rouhani. Fonte: Wikimedia Commons.

 

Leggete anche:

Iran: il secondo governo di Rouhani

di Redazione

Articoli correlati

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev

Medio Oriente Qatar

Qatar: una regione somala interrompe le relazioni con Doha

La regione sud-occidentale della Somalia ha annunciato di aver rotto i rapporti con il Qatar, accusando il Paese di sostenere il terrorismo, nonostante la posizione neutra adottata dal governo centrale di Mogadiscio

Russia Siria

Siria: la Russia risponde alle accuse USA

Accusata di aver bombardato postazioni degli alleati della coalizione a guida americana, Mosca risponde che l’aviazione ha bombardato ISIS e insinua che le forze filo-americane collaborino con i terroristi


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.