USA SUPPORTANO LE STRATEGIE SOMALE CONTRO AL-SHABAAB

Pubblicato il 18 agosto 2017 alle 6:01 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti stanno supportando le autorità della Somalia nell’applicazione di una nuova strategia per indebolire il gruppo terroristico al-Shabaab.

Il governo di Mogadiscio sta cercando di incrementare e facilitare le defezioni dei jihadista somali, al fine di smantellare l’organizzazione. In un comunicato rilasciato dall’ambasciata americana in Somalia, il 16 agosto, si legge che il governo americano appoggerà tutte le misure messe in atto dalle autorità somale volte a combattere i terroristi. “Gli Stati Uniti supportano le mosse del governo somalo affinché un numero sempre maggiore di jihadisti decida di abbandonare al-Shabaab, così da ristabilire la pace in tutto il Paese”, recita il comunicato.

Tale comunicazione è avvenuta a pochi giorni di distanza dall’annuncio della defezione di un ex leader del gruppo terroristico, Mukhtar Robow Abu Mansur, il quale si è consegnato al governo di Mogadiscio, il 15 agosto, tagliando ogni rapporto con al-Shabaab. Nel corso del mese di giugno, si erano tenuti negoziati tra il governo locale e Robow. La sua defezione è avvenuta a due mesi di distanza dalla rimozione da parte degli USA di una taglia da 5 milioni di dollari sulla sua cattura e alla conseguente rimozione del suo nome dalla lista delle persone considerate sponsor di terrorismo.

Al-Shabaab, fondato in Somalia nel 2006, è un’organizzazione terroristica affiliata ad al-Qaeda. Fino al 2015, i jihadisti somali controllavano gran parte del Paese, inclusa la capitale Mogadiscio. Negli ultimi due anni, l’Unione Africana e le autorità locali hanno rafforzato la propria cooperazione militare, costringendo i terroristi ad abbandonare importanti roccaforti urbane. Tuttavia, i militanti, attivi soprattutto nel sud della Somalia, continuano a compiere attacchi sistematici contro hotel, check-point militari e palazzi presidenziali. Il gruppo mira a rovesciare il governo somalo, guidato dal primo ministro Hassan Ali Khayre e internazionalmente riconosciuto, per eliminare le truppe di peacekeeping dell’Unione Africana e imporre la propria interpretazione della sharia.

Secondo le stime del governo americano, al-Shabaab è la quarta organizzazione terroristica del mondo per numero di attentati, seconda soltanto all’ISIS, ai talebani e ai maoisti indiani.

Sofia Cecinini

Militari somali. Fonte: Wikimedia Commons

Militari somali. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Medio Oriente Qatar

Qatar: una regione somala interrompe le relazioni con Doha

La regione sud-occidentale della Somalia ha annunciato di aver rotto i rapporti con il Qatar, accusando il Paese di sostenere il terrorismo, nonostante la posizione neutra adottata dal governo centrale di Mogadiscio

Africa Somalia

AL-SHABAAB ASSALTA UNA BASE MILITARE AL CONFINE CON IL KENYA

Il gruppo terroristico somalo al-Shabaab ha assalito Balad Hawo, una cittadina al confine con il Kenya, dove un’autobomba è esplosa nei pressi della base militare presente nella zona

Africa Somalia

AL-SHABAAB: ATTACCO SUICIDA A BELEDWEYNE

Un attentatore suicida di al-Shabaab si è fatto esplodere in un ristorante di fronte a un ufficio governativo nella città di Beledweyne, a 340 metri da Mogadiscio, causando la morte di 6 persone

Africa Kenya

KENYA: TRA AL-SHABAAB E L’INSTABILITA’ POLITICA

Presunti militanti di al-Shabaab hanno decapitato 4 uomini nel corso di due attacchi nel nord del Kenya, nei pressi di Lamu County. Il Paese africano sta attraversando un momento di instabilità poilitica dovuto all’annullamento del risultato delle elezioni presidenziali dell’8 agosto

Africa Somalia

AL-SHABAAB ATTACCA BASE MILITARE NEL SUD DELLA SOMALIA

Alcuni militanti armati hanno attaccato una base militare nel villaggio di Bula Gudud, vicino a Kismayu, nel sud della Somalia. Il gruppo terroristico somalo al-Shabaab ha rivendicato l’assalto

Africa Somalia

La terra del terrorismo: Somalia

Il Country Report on Terrorism 2016, pubblicato ieri dal governo americano, ha inserito la Somalia al primo posto tra i Paesi considerati “safe heavens” (rifugio sicuro) del terrorismo in Africa


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.