LETTERA DEI TALEBANI A TRUMP

Pubblicato il 16 agosto 2017 alle 18:56 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I talebani hanno chiesto al presidente americano, Donald Trump, di rivedere la propria strategia in Afghanistan e di colloquiare direttamente con i cittadini afghani, e non con i “politici corrotti”.

Al-Jazeera English spiega che, nella lettera, pubblicata lunedì 14 agosto, i talebani invitano il leader americano a studiare gli errori storici dei suoi predecessori e a ritirare le proprie truppe dall’Afghanistan. “Il dispiegamento di giovani soldati americani per combattere gli afghani è stato un errore delle amministrazioni precedenti. Tuttavia, in qualità di presidente responsabile, Trump deve studiare le azioni dei suoi predecessori e prevenire la morte e il ferimento delle forze statunitensi in Afghanistan”, si legge nella lettera.

Gli americani invasero l’Afghanistan nel 2001, per ordine dell’allora presidente George W. Bush, iniziando un conflitto che è stato l’intervento militare più lungo compiuto dagli Stati Uniti dalla guerra in Vietnam, con una spesa di circa 100 miliardi di dollari. Nel documento, i talebani spiegano che “i giovani americani non sono nati per essere uccisi nel deserto e nelle montagne dell’Afghanistan per appoggiare un governo di ladri e di ufficiali corrotti”. Secondo i militanti, l’instabilità dell’Afghanistan è causata dalla classe politica corrotta e inadatta a governare. Di conseguenza, gli americani, a loro avviso, stanno incrementando una guerra stando dalla parte sbagliata. “Diversi generali afghani stanno cercando di convincere Trump ad aumentare le truppe americane perché vogliono preservare i loro privilegi militari”, spiegano i militanti, i quali esortano il leader americano ad agire in modo più responsabile.

Il Ministero degli Interni afghano si è rifiutato di commentare la lettera dei talebani. Il segretario della difesa americano, James Mattis, durante una conferenza stampa, il 14 agosto, ha riferito che gli USA stanno considerando diverse opzioni per quanto riguarda l’Afghanistan, tra cui il ritiro di tutte le truppe o, al contrario, l’invio di ulteriori battaglioni. Secondo i dati riportati dalla NATO, attualmente, in Afghanistan sono presenti 6,941 soldati americani.

Sofia Cecinini

1280px-Flag_of_Taliban

di Redazione

Articoli correlati

Asia Filippine

FILIPPINE: GLI OPPOSITORI DI DUTERTE TEMONO LA DITTATURA

Gli oppositori del presidente Duterte hanno manifestato per denunciare la sua volontà di riportare il paese alla dittatura

Asia Myanmar

Bangladesh: arriva l’esercito per aiutare i Rohingya

I profughi Rohingya devono affrontare le piogge monsoniche, il Bangladesh invia l’esercito per aiutare a gestire la crisi

Asia Corea del Nord

Segretario Generale Onu: Soluzione Pacifica per la Corea del Nord

Il Segretario Guterres ha dichiarato che il mondo teme la guerra nucleare in Corea del Nord e chiesto una risoluzione politica alle tensioni crescenti. Donald Trump ha ribadito la posizione Usa e minacciato di distruggere Pyongyang

Asia Corea del Nord

Corea del Nord: Cina e Russia chiedono risoluzione pacifica

I ministri degli esteri di Cina e Russia si sono incontrati a New York e hanno richiesto una risoluzione pacifica della questione nordcoreana

Asia Myanmar

Malesia: Myanmar è la nuova meta per il jihad

L’Isis si aggiunge ad Al Qaeda nella chiamata alle armi per i musulmani perché difendano l’etnia minoritaria Rohingya di fede islamica perseguitata in Myanmar

Afghanistan Asia

Le autorità afghane vorrebbero addestrare e armare 20,000 civili

Le autorità afghane stanno valutando la possibilità di addestrare e armare 20,000 civili per aumentare le operazioni contro i talebani e l’ISIS


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.