L’IRAN OCCUPA LE AREE LASCIATE DALL’ISIS

Pubblicato il 15 agosto 2017 alle 11:00 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il capo dell’intelligence israeliana (Mossad), Yossi Cohen, ha rivelato che le forze iraniane hanno iniziato a occupare le aree da cui si è ritirato lo Stato Islamico in Siria e in Iraq.

Secondo quanto riportato dal giornale israeliano Times of Israel, durante un incontro con il governo, che si è tenuto domenica 13 agosto 2017, Cohen avrebbe affermato che “l’Iran sta cercando di riempire il vuoto nelle aree in cui sta diminuendo la presenza dell’ISIS”.

Gli ufficiali della sicurezza israeliana temono che Teheran possa utilizzare la zona occidentale dell’Iraq e quella orientale della Siria come un “ponte” per unire l’Iran al Libano, permettendo il transito di combattenti e di armi tra i due Paesi.

Secondo Cohen, l’Iran starebbe prendendo possesso del territorio per il suo Paese e per i suoi alleati in Libano e in Yemen. Il capo del Mossad ha aggiunto che l’accordo sul nucleare raggiunto il 14 giugno 2015 tra l’Iran e i membri del gruppo 5+1 ovvero USA, Russia, Cina, Gran Bretagna, Francia e Germania, “ha rafforzato l’aggressione iraniana nella regione”.

Alla fine della riunione con il capo dell’intelligence, il primo ministro, Benjamin Netanyahu, avrebbe sottolineato che “Israele non è in alcun modo legato ai trattati internazionali firmati dall’Iran”.

L’Iran appoggia le milizie sciite in Siria, Yemen e Libano. Israele teme il rafforzamento nella regione della presenza sciita, favorevole ad Al-Assad e sostenuta dall’Iran, e la crescita di Hezbollah, la milizia libanese legata all’Iran. Negli ultimi mesi, il timore di Israele sarebbe aumentato, a causa dell’intensificarsi degli scontri delle milizie sciite siriane e libanesi vicino ai propri confini. Per questo motivo, Tel Aviv starebbe rafforzando la propria opposizione nei confronti dell’Iran.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Il presidente israeliano, Benjamin Netanyahu. Fonte: Wikimedia Commons.

Il presidente israeliano, Benjamin Netanyahu. Fonte: Wikimedia Commons.

 

di Redazione

Articoli correlati

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev

Medio Oriente Qatar

Qatar: una regione somala interrompe le relazioni con Doha

La regione sud-occidentale della Somalia ha annunciato di aver rotto i rapporti con il Qatar, accusando il Paese di sostenere il terrorismo, nonostante la posizione neutra adottata dal governo centrale di Mogadiscio

Russia Siria

Siria: la Russia risponde alle accuse USA

Accusata di aver bombardato postazioni degli alleati della coalizione a guida americana, Mosca risponde che l’aviazione ha bombardato ISIS e insinua che le forze filo-americane collaborino con i terroristi


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.