GIORDANIA – IRAQ: VERSO LA RIAPERTURA DEL CONFINE

Pubblicato il 12 agosto 2017 alle 21:03 in Giordania Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Esteri iracheno, Ibrahim Al-Jafaari, ha invitato la Giordania al coordinamento militare e alla firma di un accordo per controllare i confini tra i due Paesi. Al-Jaafari, inoltre, ha invitato Amman a partecipare agli sforzi di ricostruzione dell’Iraq.

Durante una conferenza stampa con il suo omologo giordano, Ayman Safadi, che si è tenuta a Baghdad giovedì 10 agosto 2017, Al-Jaafari ha affermato: “Ringraziamo la Giordania per il suo sostegno nei confronti dell’Iraq e per essere dalla sua parte e speriamo che Amman giochi un ruolo importante negli sforzi di ricostruzione”. Il ministro iracheno ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di coordinamento militare e della firma di un accordo in materia di controllo dei confini”.

Da parte sua, Safadi ha espresso il desiderio di riaprire il confine di Turaibil il prima possibile. Il ministro giordano ha affermato: “Siamo in attesa che la parte irachena stabilisca la data di apertura” e ha aggiunto “la Giordania si impegna nelle relazioni fraterne con l’Iraq e a implementare la legge. Non abbiamo nessuna richiesta nei confronti delle autorità irachene, rispettiamo tutte le decisioni del governo iracheno in merito alla difesa della sua sicurezza e della sua terra”.

Il ministro giordano ha chiarito che la difesa del territorio dell’Iraq all’interno dei suoi confini è una responsabilità di entrambe le parti, quella irachena e quella giordana, e ha aggiunto: “Stiamo lavorando insieme per prevenire qualsiasi penetrazione … Oggi abbiamo firmato un protocollo di intesa nell’ambito della sicurezza tra i due Paesi”.

Giovedì 10 agosto, anche il primo ministro iracheno, Haydar Al-Abadi, ha incontrato il ministro giordano. Secondo quanto riferito da un comunicato del governo iracheno, “durante l’incontro si è svolta una discussione per potenziare i rapporti bilaterali tra i due Paesi nel campo della politica, della cooperazione in materia di sicurezza, intelligence, economia e lotta al terrorismo, e dell’unificazione delle posizioni in merito all’eliminazione dello Stato Islamico nella regione e delle radici del terrorismo”.

Nel luglio 2015, Baghdad aveva stabilito la chiusura del Turaibil Border Compound, che collega l’Iraq alla Giordania, a causa di difficoltà nella gestione della sicurezza, dopo che lo Stato Islamico aveva preso il controllo di ampie aree nel territorio iracheno nel 2014.

Turaibil Border Compound, meglio conosciuto in Giordania con il nome di Karameh Border Crossing, è l’unico attraversamento della frontiera tra la Giordania e l’Iraq e collega la città giordana di Ruwaished con la città irachena di Turaibil. Il 22 giugno 2014 lo Stato Islamico aveva assaltato questa zona di confine e si era scontrato con l’esercito iracheno nel tentativo di prendere possesso dell’attraversamento della frontiera. La frontiera era poi stata chiusa il 16 luglio 2015.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Confine tra Iraq e Giordania. Fonte: Wikipedia.

Confine tra Iraq e Giordania. Fonte: Wikipedia.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.