CUBA E IRAN CONTRO LE SANZIONI

Pubblicato il 11 agosto 2017 alle 9:37 in America Latina Iran

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

A Teheran per l’insediamento del presidente Rouhani, il vicepresidente cubano Rosales del Toro ha ribadito l’importanza delle relazioni tra Cuba e Iran, un rapporto che nasce negli anni ’90 dalle pessime relazioni dei due paesi con Washington e che continua a preoccupare gli Stati Uniti

Le bandiere di Cuba e Iran. Fonte: Ilna

Le bandiere di Cuba e Iran. Fonte: Ilna

Il presidente iraniano Hassan Rouhani e il vicepresidente cubano, Ulises Rosales del Toro, hanno sottolineato in occasione di una riunione a Teheran la necessità di unità tra i loro paesi contro “sanzioni e pressioni” di potenze come Stati Uniti.

“Mentre alcune potenze cercano di violare gli impegni presi e aumentano la pressione su nazioni libere attraverso le sanzioni, la forza e la solidarietà dei paesi indipendenti è essenziale” – ha dichiarato Rouhani accogliendo il vice di Raúl Castro.

Rosales del Toro ha partecipato all’insediamento di Rouhani per un secondo mandato presidenziale sabato 6 agosto e domenica 7 agosto è stato ricevuto dal Presidente iraniano. Entrambi i paesi sono oggetto di sanzioni economiche da parte di Washington.

Rouhani ha insistito sul fatto l’Iran e Cuba condividono “cause comuni come l’indipendenza e la libertà e si oppongono al dominio di alcune nazioni su altre e alla violazione dei diritti delle piccole nazioni.”

Le relazioni bilaterali tra l’Iran e la maggiore delle Antille sono profonde e in continua espansione, si sottolinea nel comunicato della presidenza iraniana, che sottolinea come la presenza di Rosales del Toro all’insediamento di Rouhani sia un esempio delle buone relazioni in corso tra Teheran e L’Avana.

Da parte sua, il vicepresidente cubano ha affermato nel corso della riunione che “l’Iran può sempre contare sulla solidarietà del Governo e del popolo cubano.”

L’alto funzionario cubano ha anche osservato che “l’unità tra i paesi indipendenti che difendono le stesse posizioni in seno alla comunità internazionale deve essere sviluppata e approfondita”, riferisce il comunicato.

Cuba e Iran hanno strette relazioni bilaterali, che lo scorso febbraio hanno portato alla firma dodici accordi in diversi ambiti quali l’agricoltura, l’istruzione superiore e l’industria farmaceutica. Teheran e L’Avana hanno decretato anche la soppressione dei visti diplomatici e di servizio.  Nel settembre 2016, Rouhani ha visitato Cuba e si è incontrato con il presidente Raúl Castro, con cui ha siglato un accordo di cooperazione nel campo della sanità, dell’istruzione, della ricerca, della medicina e della tecnologia medica.

Negli scorsi anni, Cuba ha collaborato alla costruzione di laboratori di genetica e biologia in Iran, ricevendo in cambio un finanziamento di 200 milioni di dollari da Teheran. La cooperazione tra Cuba e Iran rappresenta una fonte di preoccupazione per Washington, che già nel 2008 aveva denunciato la fornitura di tecnologia iraniana alla maggiore delle Antille come una minaccia per gli Stati Uniti.

 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.