AFGHANISTAN: NUOVO ATTACCO DEI TALEBANI A KABUL

Pubblicato il 10 agosto 2017 alle 14:20 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’agenzia di stampa afghana Khaama Press ha riportato che un’esplosione ha colpito un veicolo della polizia a Kabul, causando il ferimento di almeno 4 agenti.

Il Ministero degli Interni afghano ha confermato che l’incidente, avvenuto la sera del 9 agosto, si è verificato nell’area di Cinema Pamir della capitale. Il portavoce del Ministero, Najib Danish, ha spiegato che una bomba magnetica era stata installata sul veicolo della polizia. L’attacco è avvenuto a poche ore di distanza da un attentato suicida ai confini di Kabul, che ha causato la morte di una persona.

L’operazione contro il veicolo della polizia è stata rivendicata dai talebani, i quali, nel corso delle settimane passate, hanno intensificato gli attacchi contro le forze di sicurezza locali. Il 2 agosto, nella provincia di Kandahar, un’autobomba si è scagliata contro un convoglio della NATO, uccidendo 2 soldati americani e ferendone altri 4. Successivamente, 4 agosto, hanno avuto luogo altri due attacchi. Nel primo, un attentatore suicida ha colpito un secondo convoglio di forze armate a Kabul. Almeno tre civili sono morti, insieme ad un ufficiale della NATO, 5 soldati e un interprete; i feriti, invece, sarebbero 6. Il convoglio apparteneva alla Afghan National Army ed è stato colpito nel distretto di Qarabagh, nella provincia di Kabul. Nel secondo attentato, un gruppo di talebani ha attaccato un mercato nel centro del distretto di Gereshk, nella provincia meridionale di Helmand. L’assalto è avvenuto nel corso di scontri tra le forze di sicurezza afghane e i combattenti dell’area. A causa dell’esplosione di un’autobomba, sono morti 5 soldati.

Da decenni, l’Afghanistan è caratterizzato da una profonda instabilità politica. In seguito al crollo del regime sovietico, i talebani si sono affermati come gruppo dominante e, alla fine di una sanguinosa guerra civile tra diversi gruppi locali, hanno governato gran parte dell’Afghanistan dal 1996 al 2001. Dopo essere stati abbattuti dagli americani, in seguito all’invasione del 2001, i talebani sono tornati a essere un gruppo insurrezionale che compie numerose offensive per destabilizzare il Paese e riprendere il controllo del governo. Nonostante il supporto della NATO, il governo attuale dell’Afghanistan continua a trovarsi in grossa difficoltà a causa della loro forza.

I talebani, tuttavia, non sono l’unica preoccupazione delle autorità di Kabul. Dall’aprile 2015, l’Afghanistan è colpito anche dalla violenza della Khorasan Province, la branca dell’ISIS che opera in Afghanistan e in Pakistan. Uno degli attacchi più sanguinosi che sono stati compiuti fino ad ora in Afghanistan dai militanti affiliati all’ISIS si è verificato a Kabul, il 23 luglio 2016, contro la comunità Hazara, una delle minoranze etniche principali del Paese che costituisce circa il 30% dei 30 milioni di abitanti locali. L’attentato ha causato la morte di 84 persone e il ferimento di altre 300. Da allora, l’ISIS sta effettuando diverse altre operazioni contro le minoranze sciite afghane.

Domenica 6 agosto, uomini armati hanno attaccato un villaggio nella provincia di Sar-e Pul, nel nord dell’Afghanistan, uccidendo almeno 40 persone, tra cui donne e bambini. Gli ufficiali di sicurezza afghani sono convinti che l’attacco di domenica 6 agosto contro i civili nella provincia settentrionale di Sar-e Pul sia stata opera dei talebani, in collaborazione con altri militanti afghani affiliati all’ISIS.

Sofia Cecinini

Una strada di Kabul, Aghanistan. Fonte: Wikipedia

Una strada di Kabul, Aghanistan. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.