Nigeria: assalto contro una chiesa nel sud-est

Pubblicato il 7 agosto 2017 alle 13:28 in Africa Nigeria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Ieri, domenica 6 agosto, 12 persone sono state uccise nella chiesa di San Philip, a Ozubulu, nel sud-est della Nigeria.

Ad avviso delle autorità nigeriane, l’assalto è stato compiuto da un solo militante e si sarebbe trattato di una faida interna alla comunità locale. Secondo alcuni testimoni, invece, gli attentatori erano 5. Per il momento, nessun gruppo armato ha rivendicato l’attacco.

Dalle indagini della polizia, è emerso che l’assalitore è stato assoldato per uccidere una persona che si trovava in chiesa insieme agli altri fedeli. Sembra che l’individuo in questione fosse il figlio di un leader locale. Quando l’assalitore non è riuscito a trovarlo, ha aperto il fuoco sui fedeli.

Gli attacchi contro le chiese in Nigeria sono abbastanza rari, in quanto il Paese è a maggioranza cristiana. Le autorità hanno escluso che l’attacco sia stato opera del gruppo fondamentalista nigeriano, Boko Haram, il quale, dal 2009, ha commesso centinaia di assalti contro moschee e chiese, soprattutto nel nord del Paese.

Sofia Cecinini

Nigeria: attentato terroristico Boko Haram

Cartina della Nigeria

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.