Iran: Rouhani inaugura il secondo mandato presidenziale

Pubblicato il 4 agosto 2017 alle 21:03 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente iraniano, Hassan Rouhani, giovedì 3 agosto, ha iniziato ufficialmente il secondo mandato presidenziale, effettuando il giuramento nel corso di una cerimonia presieduta da leader supremo Ayatollah Ali Khamenei.

“Confermo il voto e ti nomino presidente della repubblica”, ha affermato Khamenei di fonte al pubblico di ufficiali iraniani. Il 20 maggio 2017, il 68enne riformista Rouhani ha vinto le dodicesime elezioni presidenziali iraniane con il 57% dei voti, battendo il rivale conservatore Ebrahim Raisi, il quale ha ottenuto il 38,5,8%. Si tratta della seconda vittoria di Rouhani, il quale era già stato eletto presidente dell’Iran alle elezioni di quattro anni fa. A maggio, Khamenei aveva festeggiato i risultati, definendoli “un segno di successo del regime islamico e del rafforzamento del carattere popolare della repubblica”.

Khamenei ha chiesto a Rouhani di continuare a insistere sulla crescita economica iraniana, aumentando l’occupazione e l’occupazione nazionale. Durante il primo mandato presidenziale, Rouhani ha sostenuto la firma del patto nucleare, Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA), firmato dall’Iran e dai 5 membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu, quali USA, Inghilterra, Francia, Russia, Cina e in più la Germania, il 14 luglio 2015. L’accordo prevedeva la sospensione di tutte le sanzioni nucleari imposte precedentemente contro Teheran dall’Unione Europea, dall’Onu e dagli USA, in cambio della limitazione delle attività nucleari da parte dell’Iran. Tale avvicinamento agli USA, avvenuto sotto l’amministrazione Obama, si è fermato con l’elezione del nuovo presidente, Donald Trump, il quale ha definito l’accordo negativamente e si è scagliato contro l’Iran, definendo le sue mire espansionistiche nella regione mediorientale una minaccia alla sicurezza internazionale.

In linea con tale considerazione, gli USA, il 27 luglio, hanno adottato un nuovo pacchetto di sanzioni contro l’Iran, la Russia e la Corea del Nord.

Sofia Cecinini

Hassan Rouhani

 

di Redazione

Articoli correlati

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev

Medio Oriente Qatar

Qatar: una regione somala interrompe le relazioni con Doha

La regione sud-occidentale della Somalia ha annunciato di aver rotto i rapporti con il Qatar, accusando il Paese di sostenere il terrorismo, nonostante la posizione neutra adottata dal governo centrale di Mogadiscio

Russia Siria

Siria: la Russia risponde alle accuse USA

Accusata di aver bombardato postazioni degli alleati della coalizione a guida americana, Mosca risponde che l’aviazione ha bombardato ISIS e insinua che le forze filo-americane collaborino con i terroristi


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.