Bangladesh e Sud-Est Asiatico: il terrorismo come legame

Pubblicato il 3 agosto 2017 alle 21:04 in Bangladesh

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’estremismo islamico del Sud-Est Asiatico e quello del Bangladesh sono sempre più interconnessi, al punto da rendere sempre meno attuale la divisione tra Sud dell’Asia e Sud-Est Asiatico, almeno per quanto riguarda le politiche per la lotta al terrorismo.

Il compito più incombente per i governi, i media e le Ong è quello di comprendere meglio l’interazione che sta nascendo tra queste due facce dell’estremismo, secondo il rapporto “Come l’estremismo del Sud-Est Asiatico e quello del Bangladesh si intersecano”, pubblicato dall’IPAC, Istituto per l’Analisi Politica del Conflitto. Questa comprensione è fondamentale se i paesi coinvolti vogliono rafforzare la loro capacità di fronteggiare il terrorismo e di limitare i reclutamenti.

Le principali modalità per cui gli estremisti del Sud-Est Asiatico e quelli bangladesi interagiscono sono diverse. Innanzitutto, vi sono lavoratori migranti bangladesi radicalizzati che si spostano a Singapore o in Malesia, dove danno vita a cellule estremiste che pianificano attentati nei loro paesi di origine e normalmente non sono interessate a colpire i paesi che le ospitano. In secondo luogo, gli studenti bangladesi presenti in Malesia si organizzano e si alleano con i gruppi leali all’Isis nel loro paese di origine. La terza via è quella dell’incontro sul campo di battaglia: i militanti che provengono dal Bangladesh e dal Sud-Est Asiatico e che raggiungono la Siria per unirsi alle fila dell’Isis si conoscono e avviano cooperazioni. Il quarto modo è il tentativo degli estremisti delle Filippine e dell’Indonesia di reclutare militanti bangladesi per le loro lotte nel sud delle Filippine. Il quinto è la volontà degli estremisti indonesiani e malesi di aiutare la minoranza islamica perseguitata dei Rohingya. I Rohingya vivono nello stato settentrionale di Rakhine, in Myanmar, ma vengono considerati originari del Bangladesh e molti attraversano il confine per cercare rifugio lì.

Tutte queste modalità di incontro e di collegamento si stanno sviluppando sempre più velocemente ora che gli spostamenti dal Bangladesh ai paesi del Sud-Est Asiatico sono sempre più semplici”, secondo il direttore dell’IPAC, Sidney Jones.

Il rapporto dell’IPAC ripercorre i legami storici tra gli estremisti delle due regioni facendoli risalire alla fine degli anni 80. Secondo il rapporto, la nascita dell’Isis nel 2013 avrebbe aumentato il grado di radicalizzazione sia in Bangladesh che nel Sud-Est Asiatico e contribuito a creare legami inter-regionali più fluidi.

L’unico modo in cui le autorità dei paesi coinvolti possono opporsi all’emergere di questi legami sempre più forti e questa interconnessione è quello di condividere le informazioni e di migliorare la conoscenza delle realtà dei paesi vicini.

Bandiera del Bangladesh. Fonte: Wikipedia Commons

Bandiera del Bangladesh. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.