Russia, sparatoria in tribunale a Mosca: almeno 3 morti

Pubblicato il 1 agosto 2017 alle 15:43 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La sparatoria è avvenuta durante un processo nel tribunale regionale di Mosca. Ad aprire il fuoco alcuni degli imputati, membri di una gang criminale, che hanno sottratto le armi agli agenti che li scortavano.

Mosca – 1 agosto 2017. La sparatoria è avvenuta durante un processo nel tribunale regionale di Mosca. Sono tre le vittime accertate finora. Ad aprire il fuoco cinque dei nove imputati del caso «Gta Gang». Gli imputati erano accusati di far parte di un gruppo criminale, ribattezzato come il famoso videogioco Grand Theft Auto, che derubava e uccideva gli automobilisti nella capitale russa.

L'aula del tribunale teatro della sparatoria. Fonte: tass.ru

L’aula del tribunale teatro della sparatoria. Fonte: tass.ru

Ancora da chiarire l’esatta dinamica della sparatoria. Stando alle prime ricostruzioni e alle dichiarazioni dei testimoni oculari, cinque degli imputati avrebbero sottratto le armi ad alcuni degli agenti che li scortavano in aula e avrebbero aperto il fuoco, per poi essere a loro volta colpiti dai poliziotti. Tre di loro sono stati uccisi, mentre altri due sono rimasti feriti. Sarebbero cinque i feriti finora, tra cui un agente della guardia nazionale e due poliziotti. Il tribunale è stato immediatamente evacuato.

“Mentre venivano scortati in aula dalla polizia penitenziaria, gli imputati hanno assalito gli agenti appropriandosi delle loro armi”, ha commentato nel corso di una conferenza stampa la portavoce della polizia Tatiana Petrova . “Mentre tentavano di fuggire tre degli imputati sono rimasti uccisi e due feriti”.

La sparatoria è avvenuta al terzo piano del tribunale, mentre gli imputati venivano scortati in ascensore verso l’aula destinata al processo. Secondo le accuse i membri della banda criminale agivano con un modus operandi ricorrente:  posizionavano chiodi sulle strade della capitale obbligando gli automobilisti a fermarsi. Una volta scesi dalle auto li derubavano e poi li uccidevano. La banda è accusata di diciassette omicidi e due tentati omicidi.

 

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.