Mosca si assicura una terza base in Siria

Pubblicato il 28 luglio 2017 alle 5:05 in Russia Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Ratificando l’accordo tra Russia e Siria sulla presenza nel paese arabo del gruppo aereo russo, Putin si assicura una terza base militare nel paese. Dopo Tartus e Latakia, l’aviazione russa avrà in dotazione Khmeimim per i prossimi 49 anni.

Putin. Fonte: Wikimedia Commons

Putin. Fonte: Wikimedia Commons

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato la legge federale di ratifica del protocollo d’intesa sul posizionamento del gruppo di trasporto aereo delle Forze armate russe in Siria. Il documento è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale della Federazione russa il 26 luglio scorso.

La legge ratifica il protocollo d’intesa tra la Federazione russa e la Repubblica araba siriana sulla dislocazione e il posizionamento del gruppo di aviazione delle Forze armate russe nel territorio della Repubblica araba siriana a partire dal 26 agosto 2015. Tale protocollo d’intesa è stato firmato nella città di Damasco il 18 Gennaio 2017 – riporta l’agenzia di stampa TASS.

Nell’accordo si stabilisce che per ospitare il gruppo aereo russo, la Siria concede in locazione gratuita alla Federazione russa l’aeroporto militare “Martire Basel al-Assad” di Khmemim, presso Jableh, sulla costa mediterranea della Siria, e tutta la base aerea di cui l’aeroporto fa parte.

Il protocollo ha lo scopo di definire il quadro di diritto internazionale che disciplina le condizioni di permanenza del gruppo aereo russo in Siria, nonché di rafforzare la capacità d’azione delle forze russe che lottano in Siria a fianco del presidente Assad. La legge stabilisce anche le regole d’ingaggio dei militari russi in Siria, garantisce l’extraterritorialità alla base di Khmeimim, regolarizza lo status dei familiari del personale militare e civile che lavora alla base e stabilisce privilegi, immunità diplomatiche, procedure legali e competenze penali, civili e amministrative ripartendole tra i due paesi.

Nell’accordo è previsto, inoltre, di aumentare, qualora necessario, la cooperazione militare dei due paesi. Il protocollo d’intesa ha valore di 49 anni ed è automaticamente rinnovabile per periodi successivi di 25 anni.

La Russia si è assicurata così una terza base militare in territorio siriano, dopo quelle di Tartus e Latakia. Il peso della Russia in Siria aumenta, e il ruolo di Mosca diventa sempre più imprescindibile non solo nel presente, ma anche nel futuro del paese e del Medio Oriente tutto.

 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.