Esercitazioni anti-NATO della Flotta russa del Mar Nero

Pubblicato il 13 luglio 2017 alle 9:12 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mosca avvia nelle acque del Mar Nero una serie di manovre ed esercitazioni negli stessi giorni in cui USA e Ucraina conducono esercitazioni congiunte.

Stemma della Flotta del Mar Nero. Fonte:Wikipedia

Stemma della Flotta del Mar Nero. Fonte:Wikipedia

Sono iniziate in Crimea le esercitazioni per controllare i tempi di risposta della Flotta del Mar Nero, lo rende noto il servizio stampa del Distretto Militare del Sud delle Forze Armate russe, riportato dall’agenzia di stampa Ria Novosti.

Nella base navale di Sebastopoli hanno iniziato ad esercitarsi i sabotatori della marina, mentre le forze navali e le batterie costiere hanno assunto la posizione d’allerta anti-missilistica e anti-sommergibile. In mare aperto sono state svolte esercitazioni di minamento e sminamento.

“Durante l’esercitazione, verificheremo l’efficacia della flotta in connessione con le unità di allarme on-shore in dislocazione permanente, successivamente gli equipaggi si trasferiranno a completare parte della formazione in poligoni combattimento” – si rende noto nel comunicato.

L’area interessata dalle esercitazioni sono le acque territoriali della Crimea e quelle della Russia nel Mar Nero.

All’inizio di questa settimana, nel Mar Nero sono iniziato le esercitazioni congiunte NATO-Ucraina Sea Breeze – 2017 cui partecipano i soldati di 17 paesi NATO. Le esercitazioni dell’alleanza dureranno fino al 22 luglio prossimo. Navi, aerei, truppe di terra addette alla strumentazione tecnica della Flotta russa del Mar Nero, così come i satelliti orbitali VKS stanno monitorando tali manovre. Mosca tuttavia insiste che le manovre della sua flotta erano previste da tempo e non hanno relazione con le esercitazioni NATO.

Le manovre russe sono iniziate in concomitanza con il rientro a Sebastopoli dal Mar Mediterraneo della fregata Admiral Grigorovič. “L’equipaggio della fregata della Flotta del Mar Nero Admiral Grigorovič ha completato le operazioni come parte di un gruppo navale permanente nel Mediterraneo ed è arrivato a Sebastopoli. La durata totale della campagna della nave ha superato quattro mesi.” – ha reso noto all’agenzia TASS il servizio stampa della marina militare russa.

La Admiral Grigorovič come connessione permanente tra la Flotta del Mar Nero e il gruppo navale del Mediterraneo è stata sostituita dalla nuova fregata della Flotta del Mar Nero Admiral’ Essen, che è salpata il 10 luglio per svolgere i compiti previsti nel Mar Mediterraneo.

Le navi della marina russa hanno cominciato a svolgere compiti nella regione mediterranea su base regolare dal dicembre 2012. La squadra del Mediterraneo, comandata dal capitano Pavel Janickij si compone di 15 tra navi e sottomarini da guerra, cui si aggiungono le navi ausiliarie della Flotta del Mar Nero.

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.