Crisi del Golfo: Tillerson in visita a Gedda

Pubblicato il 13 luglio 2017 alle 6:18 in Medio Oriente Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Si è tenuto a Gedda, la seconda città più grande dell’Arabia Saudita, lincontro tra il Segretario di Stato americano, Rex Tillerson, e i ministri degli esteri dei Paesi che, il 5 giugno scorso, hanno imposto un embargo al Qatar. Allordine del giorno gli ultimi sviluppi della crisi del Golfo.

Il Segretario di Stato americano, Rex Tillerson, ha incontrato ieri, 12 luglio, a Gedda i ministri degli esteri dei quattro Paesi che il 5 giugno scorso hanno imposto un embargo al Qatar ovvero Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein e Egitto, per discutere gli ultimi sviluppi della crisi del Golfo.

Durante l’incontro, Tillerson ha tentato di trovare una soluzione alla controversia tra le due parti. La crisi del Golfo si è aggravata nel corso delle ultime settimane, dopo che il Qatar, il 3 luglio scorso, ha rifiutato di accettare le 13 richieste che gli erano state sottoposte dai quattro Paesi, attraverso la mediazione del Kuwait. Tra le richieste, vi era quella di chiudere l’emittente al Jazeera.

Martedì 11 luglio, il giorno precedente alla visita di Tillerson a Gedda, il Segretario di Stato americano ha incontrato a Doha l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al-Thani, e il ministro degli esteri qatarino, Mohammed bin Abdul Rahman Al-Thani. L’incontro si è concluso con la firma di un memorandum d’intesa che pone le basi per la cooperazione dei due Paesi nella lotta al terrorismo.

In merito al memorandum tra Stati Uniti e Qatar, i quattro Paesi hanno affermato che questo “passo non è sufficiente” e hanno ribadito che le sanzioni non verranno rimosse fino a quando non saranno accolte tutte le richieste che però il Qatar considera una grave violazione alla sua sovranità nazionale.

Oggi, Tillerson tornerà a Doha per incontrare l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad al-Thani, e per informarlo dei risultati dell’incontro di Gedda.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Il Segretario di Stato americano, Rex Tillerson. Fonte: US Embassy Seoul.

Il Segretario di Stato americano, Rex Tillerson. Fonte: US Embassy Seoul.

di Redazione

Articoli correlati

Iraq Medio Oriente

Iraq: al via la battaglia di Al-Anbar

L’Iraq ha annunciato l’inizio delle operazioni militari per sottrarre i distretti di Anah e Al-Rihana, nella zona occidentale del governatorato di Al-Anbar, al controllo dello Stato Islamico

Arabia Saudita Medio Oriente

Arabia Saudita – Gran Bretagna: accordi militari

L’Arabia Saudita e la Gran Bretagna hanno firmato un accordo quadro di cooperazione in ambito militare e della sicurezza

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.