Iraq: Mosul liberata

Pubblicato il 9 luglio 2017 alle 19:34 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro iracheno ha annunciato ufficialmente la liberazione di Mosul dal controllo dello Stato Islamico. Si tratta di un’enorme sconfitta per lIS che proprio da questa città aveva annunciato la nascita del califfato.

Domenica 9 luglio, il primo ministro iracheno, Haydar Al-Abadi, ha annunciato la completa liberazione della città di Mosul dal controllo dello Stato Islamico, dopo circa 9 mesi dall’inizio delle operazioni militari. Le forze irachene avevano iniziato le operazioni per sottrarre all’IS la seconda città del Paese il 17 ottobre 2016.

Secondo l’agenzia di stampa irachena Iraqiya News, Al-Abadi “è arrivato nella città di Mosul liberata e ha benedetto gli eroici combattenti e il popolo iracheno per aver ottenuto questa grande vittoria”. Inoltre, ha dichiarato ufficialmente il ripristino del pieno controllo del governo sulla città.

Al momento, le forze anti-terrorismo hanno riferito di essere impegnate nella ricerca degli ultimi militanti dello Stato Islamico nascosti nella città. Esse hanno raggiunto la riva del fiume Tigri, dove è stata issata la bandiera nazionale.

La liberazione di Mosul rappresenta forse la più grande sconfitta per lo Stato Islamico, considerando il suo grande significato simbolico. Proprio da questa città e, in particolare, dalla moschea di Al-Nouri, venerdì 4 luglio 2014 Al-Baghdadi aveva proclamato la nascita del califfato.

La presa di Mosul giunge pochi giorni dopo lo sfondamento delle milizie anti-Isis a Raqqa, capitale de facto dello Stato Islamico. Le Syrian Democratic Forces, sostenute dagli Stati Uniti, combattono per le strade di Raqqa per porre fine al dominio dell’Isis.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Il primo ministro iracheno Haider Al-Abadi. Fonte: Wikimedia Commons.

Il primo ministro iracheno Haydar Al-Abadi. Fonte: Wikimedia Commons.

 

di Redazione

Articoli correlati

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev

Medio Oriente Qatar

Qatar: una regione somala interrompe le relazioni con Doha

La regione sud-occidentale della Somalia ha annunciato di aver rotto i rapporti con il Qatar, accusando il Paese di sostenere il terrorismo, nonostante la posizione neutra adottata dal governo centrale di Mogadiscio

Russia Siria

Siria: la Russia risponde alle accuse USA

Accusata di aver bombardato postazioni degli alleati della coalizione a guida americana, Mosca risponde che l’aviazione ha bombardato ISIS e insinua che le forze filo-americane collaborino con i terroristi

Iraq Medio Oriente

Turchia, Iran e Iraq contro il referendum turco

Turchia, Iran e Iraq si oppongono al referendum sull’indipendenza della regione del Kurdistan iracheno, che si terrà il prossimo 25 settembre

Europa Qatar

Inghilterra invierà 24 jet da guerra al Qatar

L’Inghilterra e il Qatar hanno firmato un accordo militare, in base al quale Londra invierà 24 jet da guerra Typhoon a Doha


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.