Iran: fermata un’imbarcazione saudita nelle acque iraniane

Pubblicato il 9 luglio 2017 alle 6:18 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il corpo delle guardie della rivoluzione islamica iraniano ha arrestato quattro membri di un’imbarcazione saudita che ha varcato il confine marittimo iraniano. Al momento, i quattro sono in stato di fermo e in attesa di essere interrogati.

Secondo l’agenzia di stampa nazionale iraniana (FARS), sabato 8 luglio il corpo delle guardie della rivoluzione islamica iraniano ha fermato un’imbarcazione saudita nelle acque del Golfo, dopo che questa ha varcato il confine delle acque nazionali iraniane.

Le guardie hanno arrestato quattro membri dell’equipaggio che, al momento, sono in stato di fermo e in attesa di essere interrogati. Le autorità iraniane hanno assicurato che i detenuti saranno trattati in conformità con le convenzioni internazionali e il diritto marittimo.

Un episodio simile era accaduto lo scorso 16 giugno, quando la Marina saudita aveva fermato un’imbarcazione iraniana e arrestato tre membri delle guardie della rivoluzione islamica iraniane nei pressi del giacimento petrolifero di Marjan, vicino alle coste saudite. Secondo la versione saudita, l’imbarcazione avrebbe trasportato armi per scopi sovversivi. Da parte loro, invece, gli iraniani avevano accusato l’Arabia Saudita di aver aperto il fuoco contro imbarcazioni di pescatori che, a causa del mare grosso, avevano sconfinato nelle acque saudite.

Le tensioni tra Arabia Saudita e Iran sono sempre più tese e i due Paesi continuano ad accusarsi a vicenda di minare la sicurezza della regione, dal momento che supportano parti diverse nei conflitti in Siria, Yemen ed Iraq.

I rapporti tra Teheran e Riad si sono aggravati ulteriormente dopo l’attentato terroristico che il 7 giugno scorso ha colpito due punti strategici della capitale iraniana, il parlamento e il mausoleo dell’ayatollah Khomeini. In questa occasione, nonostante l’attentato fosse stato rivendicato dallo Stato Islamico, l’Iran aveva accusato i sauditi di celarsi dietro al terrorismo in Medio Oriente.

Da parte sua, già dopo la visita di Trump a Riad del 20 maggio scorso, l’Arabia Saudita si era scagliata contro l’Iran, accusando il Paese di supportare una rete di terrorismo internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Cartina, in arancione l'Arabia Saudita, in verde l'Iran. Fonte: Wikimedia Commons

Cartina, in arancione l’Arabia Saudita, in verde l’Iran. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.