Indonesia: lettera anonima di minacce a Jakarta

Pubblicato il 5 luglio 2017 alle 11:00 in Asia Indonesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una stazione di polizia di Jakarta ha ricevuto una lettera contenente un messaggio di minaccia alla polizia, all’esercito e a tutte le forze di sicurezza dell’Indonesia, martedì 4 luglio. 

Una lettera, scritta a mano, è stata recapitata alla stazione di polizia di Kebayoran Lama, in un distretto a sud della capitale dell’Indonesia, Jakarta. Il contenuto della missiva anonima minaccia di trasformare la città di Jakarta in un’altra Marawi, poiché “la guerra è iniziata” e di rovesciare il governo indonesiano per sostituirlo con uno dell’Isis.

Marawi è la città dell’isola di Mindanao, nel sud delle Filippine, sotto assedio da parte di un gruppo di terroristi islamici fedeli all’Isis, dal 23 maggio. I militanti controllano parte della città e continuano a scontrarsi con l’esercito delle Filippine presente sul suolo cittadino da quando il presidente Duterte ha indetto la legge marziale su tutta l’isola di Mindanao. Si tratta della grande isola delle Filippine meridionali a maggioranza islamica in un paese dove la religione maggioritaria è il cattolicesimo.

Sulla porta della stazione di polizia è stata rinvenuta una bandiera nera dell’Isis, insieme alla lettera che era contenuta in una bottiglia. La polizia sta conducendo tutte le indagini del caso e interrogando eventuali testimoni.

Le forze dell’ordine e la polizia in particolare sono state prese di mira dai militanti islamisti dell’Indonesia, ha dichiarato il portavoce delle forze armate, il comandante Argo Yuwono. Due poliziotti sono stati accoltellati durante le preghiere della sera in una moschea vicino al quartier generale della polizia, nella zona meridionale di Jakarta, venerdì 30 giugno.

L’Indonesia, insieme alle Filippine e alla Malesia, è particolarmente preoccupata che le cellule di terroristi che hanno giurato fedeltà all’Isis presenti nel Sud-Est Asiatico possano divenire una minaccia alla stabilità della regione. Dopo l’inizio dell’assedio a Marawi, Filippine e Indonesia hanno avviato alcuni pattugliamenti congiunti per controllare le strisce di mare di confine ed evitare che nuove forze provenienti da Indonesia e Malesia raggiungano i militanti che assediano la città filippina.

Indonesia. Fonte: Wikimedia Commons

Indonesia. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.