Yemen: raid americano uccide almeno dieci donne e bambini

Pubblicato il 5 luglio 2017 alle 10:57 in Medio Oriente Yemen

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Almeno dieci donne e bambini sono morti a causa del primo bombardamento aereo americano in Yemen ordinato da Trump.

Lo Yemen è lacerato da una guerra civile che contrappone due blocchi politico-militari. Da una parte, il blocco guidato dall’Arabia Saudita, che ambisce a conservare il proprio dominio sul Paese; dall’altra, il blocco guidato dall’Iran, che ambisce a scalzare l’Arabia Saudita per acquisire il controllo politico dello Yemen. Il movimento politico-militare sostenuto dall’Iran è il movimento Houthi dal nome del suo fondatore, Abdelmalik Al-Houthi, mentre l’Arabia Saudita sostiene il presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, deposto con un colpo di Stato, ordito dal movimento Houthi, il 22 gennaio 2015. La legittimità di Abd Rabbo Mansour Hadi è tutt’ora riconosciuta dalla comunità internazionale. Lo Yemen, oltre a essere uno dei paesi più poveri del mondo, fronteggia il dramma di una guerra che, in due anni, ha provocato 50mila vittime civili, tra feriti e morti, secondo un comunicato delle Nazioni Unite del 28 marzo 2017. Trump ha ordinato il primo raid aereo in Yemen per compiacere l’Arabia Saudita, ma anche per inviare un messaggio di guerra all’Iran che considera il principale nemico degli Usa in Medio Oriente. Obama riteneva che fosse necessaria una pacificazione con l’Iran mentre Trump sostiene una linea politica opposta. La guerra civile in Yemen è iniziata il 26 marzo 2015.

Fonte: Wikimedia commons

Fonte: Wikimedia commons

di Alessandro Orsini

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.