Celebrato a Mosca il Consiglio dell’Unione di Russia e Bielorussia

Pubblicato il 4 luglio 2017 alle 9:57 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Vladimir Putin e Aleksandr Lukašenko hanno presieduto il Consiglio supremo dell’Unione Russia-Bielorussa, che si è tenuto a Mosca il 3 luglio

Putin e Lukašenko nel corso del Consiglio. Fonte: kremlin.ru

Putin e Lukašenko nel corso del Consiglio. Fonte: kremlin.ru

Nel corso della riunione è stato presentato il consuntivo per quanto riguarda il commercio e la cooperazione economica tra i due paesi nel 2016, sono state discusse le prospettive di cooperazione nei settori ingegneristico e agroindustriale, e sono stati fissati i temi delle attività dell’Unione nel prossimo futuro.

L’Unione statale o Unione Russia-Bielorussia è stata fondata nel 1996 dall’allora presidente russo El’cin e dallo stesso Lukašenko, ma è entrata in vigore quattro anni dopo, con l’approvazione del trattato fondativo da parte della Duma e del parlamento di Minsk. Obiettivo finale – ancora di là da raggiungere – è la creazione di una federazione sul modello dell’Unione Sovietica con presidente, parlamento, bandiera, inno, costituzione, esercito e moneta comuni. Il Consiglio supremo (o Soviet supremo),  composto dai due Presidenti, dai Primi Ministri e da rappresentanti di entrambi i parlamenti è la suprema autorità dell’Unione.

Putin ha celebrato il fatto che la riunione si tenesse nel giorno della festa nazionale bielorussa. È simbolico che questa festa si celebri il giorno della liberazione della Bielorussia dagli invasori nazisti, i legami di amicizia fraterna e cameratismo, temprato negli anni della guerra, è oggi la chiave per il successo dello sviluppo dell’alleanza russo-bielorussa, – ha sottolineato il capo dello Stato russo.

Il presidente russo ha rilevato con soddisfazione la dinamica positiva di cooperazione tra i due paesi, un elevato livello di cooperazione nel quadro del Consiglio dell’Unione, dell’Unione economica eurasiatica, dell’Organizzazione del Trattato sulla Sicurezza Collettiva e della Comunità degli Stati Indipendenti ed ha espresso fiducia in un’ulteriore crescita ad ogni livello delle relazioni russo-bielorusse a beneficio dei popoli dei due paesi.

Il Consiglio ha adottato una serie di decisioni sulla cooperazione in ambito agroindustriale, sulle infrastrutture comuni, sulla gestione della frontiera fra i due paesi, sul coordinamento della politica estera di Russia e Bielorussia, sull’implementazione di uno stato sociale comune e comunque armonizzato fra i due paesi nel breve periodo, nonché sulla futura gestione dell’Unione stessa e sul commercio fra i due paesi membri.

 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.