Corea del Sud: Moon Jae-In pronto per la visita negli USA

Pubblicato il 26 giugno 2017 alle 12:38 in Asia Corea del Sud

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-In, si prepara ad andare in visita a Washington per incontrare Donald Trump e discutere della questione nordcoreana. Moon Jae-in, entrato in carica il 9 maggio scorso, si è detto a favore di un maggiore coinvolgimento attivo nei confronti di Pyongyang.

Moon Jae-In durante la campagna elettorale ha affermato che sarebbe stato pronto a recarsi a Pyongyang anche prima di andare a Washington, ma nella realtà dei fatti, gli Stati Uniti saranno la sua prima destinazione estera come presidente in carica.

Gli Stati Uniti sono il maggiore garante della sicurezza della Corea del Sud con più di 28 mila soldai stanziati sul terreno sudcoreano per difenderlo dal vicino del Nord. La Corea del Nord ha aumentato esponenzialmente i suoi test missilistici dall’inizio del 2017, cinque dei quali solo nell’ultimo mese. Pyongyang punta ad inaugurare un missile balistico intercontinentale che sia in grado di raggiungere gli Stati Uniti. Per Washington, nelle parole del capo del Pentagono, Jim Mattis, la Corea del Nord è la “minaccia più pericolosa e urgente”.

Ci sono diversi punti interrogativi per l’incontro tra Trump e Moon Jae-In gche partono da due posizioni diverse in merito a Pyongyang. Il presidente della Corea del Sud ha auspicato un approccio diplomatico moderato nei confronti della Corea del Nord, con il ritorno della “sunshine policy”, posizione che è vacillata leggermente di fronte ai continui test missilistici. Il presidente degli Stati Uniti sta invece facendo pressione a livello internazionale per aumentare le sanzioni contro la Corea del Nord e non esclude anche la possibilità di un’azione militare. La politica di Trump nei confronti di Pyongyang è di “massima pressione e impegno”, un’affermazione che racchiude in sé un’ampia gamma di opzioni dalla diplomazia alle sanzioni. Moon Jae-In non ha mai negato la necessità di sanzioni, ma afferma l’importanza del ritrovare il dialogo. Quindi tra i due potrebbero esserci dei punti di incontro, secondo John Delury, professore alla Yonsei University. “Non è detto che ci sia un deragliamento tra i due sulla politica nei confronti della Corea del Nord”, afferma il prof. Delury.

Un altro punto importante sull’agenda dell’incontro dei due leader sarà l’installazione dello scudo di difesa missilistica americano in Corea del Sud, noto come THAAD. Lo scopo principale del sistema di difesa è quello di proteggere Seoul dai missili della Corea del Nord. L’acquisto e lo stanziamento di un sistema di difesa in grado di intercettare i missili nella loro ultima fase di volo e di distruggerli dagli Stati Uniti era stato approvato dalla precedente presidente sudcoreana Park Geun-hye e l’installazione iniziata durante il governo ad interim del Primo Ministro, dopo l’impeachment di Park. Moon Jae-In, dopo essere entrato in carica, ha riconsiderato l’installazione del THAAD e ne ha temporaneamente fermati i lavori per concludere una valutazione di impatto ambientale. Secondo gli analisti, lo stop all’installazione sarebbe una mossa strategica del presidente per prendere tempo e gestire al meglio la situazione diplomaticamente delicata che ha ereditato dalla precedente amministrazione. Il THAAD ha sollevato le critiche e l’indignazione di Pechino, la quale lo ritiene una fonte di ulteriore instabilità per la penisola coreana.

Moon Jae-in, candidato del Partito Democratico è il nuovo presidente della Corea del Sud

Moon Jae-in, candidato del Partito Democratico è il nuovo presidente della Corea del Sud Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Asia Corea del Nord

Corea del Nord: Cina e Russia chiedono risoluzione pacifica

I ministri degli esteri di Cina e Russia si sono incontrati a New York e hanno richiesto una risoluzione pacifica della questione nordcoreana

Asia Myanmar

Malesia: Myanmar è la nuova meta per il jihad

L’Isis si aggiunge ad Al Qaeda nella chiamata alle armi per i musulmani perché difendano l’etnia minoritaria Rohingya di fede islamica perseguitata in Myanmar

Afghanistan Asia

Le autorità afghane vorrebbero addestrare e armare 20,000 civili

Le autorità afghane stanno valutando la possibilità di addestrare e armare 20,000 civili per aumentare le operazioni contro i talebani e l’ISIS

Asia Myanmar

Myanmar: Aung San Suu-kyi chiede aiuto per i Rohingya

La leader del Myanmar ha parlato per la prima volta della crisi umanitaria dei Rohingya e chiesto l’aiuto della comunità internazionale

Asia Corea del Sud

Corea: esercitazione aerea tra USA e Corea del Sud

La Corea del Sud e gli Usa hanno avviato un’esercitazione aerea congiunta sul cielo coreano, mentre Cina e Russia hanno avviato gli esercizi navali bilaterali

Asia Cina

Cina: colloquio telefonico Trump-Xi Jinping su Corea del Nord

Trump e Xi Jinping hanno avuto un colloquio telefonico, secondo la Casa Bianca si sarebbero accordati per massimizzare la pressione su Pyongyang, nessun riferimento a tale accordo sui media cinesi


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.