Possibile atto di terrorismo a Londra: un morto e 10 feriti

Pubblicato il 20 giugno 2017 alle 7:30 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La sera del 18 giugno, poco dopo la mezzanotte, un van si è scagliato contro alcuni pedoni, uccidendo un uomo e ferendo 10 persone, vicino alla moschea di Finsbury Park, a Londra.

L’assalitore, il 47enne Darren Osborne, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di omicidio e organizzazione di un atto di terrorismo. La premier inglese Theresa May ha riferito che le forze di sicurezza hanno trattando l’incidente come “un potenziale attacco terroristico”.  Alcuni testimoni hanno riportato che l’autista del van ha affermato di “voler uccidere tutti i musulmani”. “Quando l’attentatore è uscito dal van, mentre stava scappando ha urlato che voleva uccidere tutti i musulmani”, è stato riferito dalle persone che lo hanno trattenuto in attesa dell’arrivo degli agenti. La famiglia dell’attentatore si è detta “devastata” e scioccata dall’accaduto. Ad avviso delle autorità, Osborne non era noto alle forze di sicurezza e dovrebbe aver agito da solo.

Molte delle vittime avevano appena lasciato la moschea dopo le preghiere della sera, in un giorno di Ramadan. Ad avviso delle autorità si è trattato di una “violenta manifestazione di islamofobia”.

L’attacco del 18 giugno è stato il quarto incidente avvenuto nel Regno Unito in quattro mesi. Lo scorso 22 marzo, un suv ha falciato i pedoni lungo il Westminster Bridge e poi, il guidatore è sceso dal veicolo attaccando un agente di polizia con un coltello. I morti sono stati 5, incluso l’attentatore. Il 22 maggio, invece, un attentatore suicida si è fatto esplodere alla Manchester Arena alla fine del concerto della popstar americana Ariana Grande, uccidendo 22 persone, tra cui 12 bambini. E ancora, il 3 giugno, un van si è scagliato contro i pedoni lungo il London Bridge per poi dirigersi verso il Borough Market, dove tre uomini sono scesi dal veicolo e hanno attaccato i passanti armati di coltelli. Le vittime sono state 7, mentre i feriti 48. Tutti e tre gli attacchi sono stati rivendicati dall’ISIS.

Moschea di Finsbury Park, Londra. Fonte: Wikimedia Commons

Moschea di Finsbury Park, Londra. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.