Attacco contro un resort vicino a Bamako, 2 morti

Pubblicato il 19 giugno 2017 alle 5:36 in Africa Mali

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Ieri sera un resort turistico frequentato da occidentali è stato attaccato a Bamako, capitale del Mali.  Al momento le vittime ammontano a 2.

Il Ministero della Sicurezza locale ha reso noto che le truppe maliane, insieme ai soldati dell’antiterrorismo, hanno raggiunto il luogo dell’attentato, dove alcuni testimoni hanno rivelato di aver sentito spari e di aver visto fumo innalzarsi in cielo. Un ufficiale del Ministero di Sicurezza ha spiegato che l’intera area è stata sigillata e che sono state messe in atto operazioni per fermare gli attentatori.

Secondo le prime ricostruzioni, alcuni uomini armati hanno fatto irruzione presso il Le Campement Kangaba, a Dougoutakoro, ad est di Bamako. Un testimone ha riferito che i clienti del resort sono fuggiti mentre la polizia, accorsa sul luogo, ha iniziato una sparatoria con gli assalitori.

Al momento nessun gruppo terroristico o di ribelli ha rivendicato l’attentato.

Il Mali, paese dell’Africa occidentale, è stato teatro di scontri tra gruppi di ribelli per diversi anni. La sicurezza dello Stato è peggiorata da quanto, del 2013, le forze francesi locali hanno respinto i ribelli islamisti e Tuareg dai territori a nord che erano stati occupati nel corso dell’anno precedente. Da allora, si verificano periodicamente attacchi. Inizialmente le azioni terroristiche erano concentrate nel deserto del nord ma, nel corso del tempo, si sono estesi nel centro e nel sud del paese. Anche Al-Qaeda del Maghreb (AQIM) è attiva in Mali, dove ha compiuto un attentato, il 20 novembre 2015, contro un hotel di Bamako, in cui sono morte 20 persone. Da allora è stato indetto uno stato di emergenza, il quale è stato prolungato per sei mesi lo scorso aprile.

Bamako, capitale del Mali. Fonte: Wikimedia Commons

Bamako, capitale del Mali. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.