L’Egitto verso una rinnovata collaborazione con gli Stati Uniti

Pubblicato il 14 giugno 2017 alle 7:45 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una delegazione parlamentare egiziana si è recata in visita a Washington allo scopo di rafforzare l’alleanza tra i due Paesi. Tra i temi in agenda, economia e terrorismo.

Sabato 10 aprile, una delegazione composta da 13 membri del parlamento egiziano si è recata a Washington per partecipare ad una serie di incontri istituzionali con i propri omologhi del Congresso americano. Una visita del genere tra i due Paesi mancava ormai da tempo, per questo è stata salutata da un esponente del parlamento egiziano come “un passo molto importante per il ripristino delle relazioni tra il parlamento egiziano e il Congresso, in vista di un percorso comune”.

Il viaggio segue di poco la visita di stato negli USA di Al Sisi, che lo scorso aprile era a Washington per incontrare il neo eletto presidente, Donald Trump.

La delegazione, guidata da Ahmed Saeed, presidente della Commissione Affari Esteri del parlamento egiziano, include personaggi di spicco in materia di politica estera ed economia, oltre a membri dei diversi schieramenti politici e di numerose commissioni parlamentari.

La visita prevede una serie di incontri istituzionali presso la Casa Bianca ed il Congresso, a margine dei quali la delegazione egiziana avrà la possibilità di confrontarsi con esponenti dei centri di ricerca maggiormente influenti in America e con alcuni rappresentanti della business community. Oggetto delle discussioni saranno le riforme introdotte dal governo egiziano e i prossimi traguardi per la vita del Paese.

Secondo quanto riferito da una fonte del parlamento egiziano, nell’occasione si procederà alla “riapertura del dossier riguardante la Fratellanza come gruppo terroristico e  il ruolo dell’Egitto nella lotta al terrorismo nella regione”. L’argomento riveste particolare significato, considerando che la visita si tiene dopo una serie di attacchi che hanno duramente colpito la minoranza copta nel Paese.

Legata alla questione del terrorismo, sarà quella dei diritti umani. Materia di discussione sarà infatti la legge egiziana che regola il lavoro nelle organizzazioni non governative, promulgata lo scorso 24 maggio dal presidente Al Sisi.

In agenda compare anche la situazione in Medio Oriente, con particolare riferimento alla crisi diplomatica con il Qatar e al conflitto israelo-palestinese, entrambi focolai capaci di minare la stabilità della regione. Particolare rilievo verrà dato inoltre alla politica economica egiziana, aperta ai consigli e alle direttive degli Stati Uniti, che continuano ad essere uno dei principali partner commerciali del Paese.

L’incontro rappresenta un’opportunità anche per i leader americani, a livello politico ed economico, i quali avranno l’opportunità di approfondire un importante dialogo avviato dai presidenti Al Sisi e Trump negli scorsi mesi.Un dialogo costruttivo che mira a rinnovare e ad approfondire la collaborazione tra i due governi.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Risultati immagini per al sisi trump

Incontro tra i Presidenti Donald Trump e Abd Al-Fattah Al-Sisi. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.