Filippine: Truppe USA vicino a Marawi

Pubblicato il 14 giugno 2017 alle 17:33 in Asia Filippine

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze armate degli Stati Uniti sono sul campo vicino alla città di Marawi, nell’isola di Mindanao nelle Filippine meridionali, ma non sono coinvolte nella lotta contro i militanti che assediano una parte della città dal 23 maggio, secondo quanto dichiarato dal portavoce dell’esercito filippino.

Gli Stati Uniti stanno fornendo assistenza tecnica per porre fine all’assedio dei militanti islamisti del gruppo Maute barricati in alcune zone della città di Marawi, nelle Filippine meridionali, ma non sono impegnati sul campo di battaglia. “Alcune truppe statunitensi stanno lavorando con noi per fornire informazioni e per aumentare la consapevolezza della situazione da parte delle nostre truppe”, ha dichiarato il portavoce dell’esercito, il generale Restituto Padilla, durante una conferenza stampa. “Non conosco il numero preciso di soldati presenti e non so i dettagli della loro missione, ma so che sono autorizzati a portare con sé fucili per l’autodifesa. Non sono invece autorizzati a combattere, solo a dare supporto”, ha spiegato il generale.

Dalle parole di Padilla non è emerso con chiarezza a quanta distanza dal campo di battaglia si trovino le truppe statunitense. Le unità dispiegate fanno parte di un contingente di forze speciali di base nella città di Zamboanga, nel sud delle Filippine.

L’ambasciata degli Stati Uniti a Manila non ha commentato le dichiarazioni dell’esercito delle Filippine

Un ufficiale degli Usa da Washington ha dichiarato in forma anonima che gli Usa starebbero fornendo un aereo di sorveglianza P-3 e che starebbero aiutando l’esercito filippino con la raccolta di informazioni tramite un drone che sarebbe andato distrutto domenica 11 giugno.

L’esercito delle Filippine ha attaccato le postazioni dei ribelli a Marawi con bombe, fuoco dai carri armati e elicotteri da guerra, mercoledì 14 giugno. Gli scontri sono andati avanti fino al tardo pomeriggio, quando è iniziata a cadere una pioggia battente. Si è trattato del 23esimo giorno di combattimenti e non ci sono segnali di una fine imminente delle ostilità. Dal 23 maggio, in tutta l’isola di Mindanao, nel sud delle Filippine, è in vigore la legge marziale voluta dal presidente Duterte.

Le Filippine, la zona in rosso è quella di Mindanao. Fonte: Wikipedia Commons

Le Filippine, la zona in rosso è quella di Mindanao. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.