Raid aereo americano contro al-Shabaab in Somalia

Pubblicato il 13 giugno 2017 alle 6:09 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Pentagono ha reso noto che aerei da guerra statunitensi, l’11 giugno, hanno compiuto un raid contro i militanti di al-Shabaab, a circa 185 miglia da Mogadiscio, con l’aiuto delle forze speciali somale.

L’obiettivo dell’operazione erano alcune postazioni dei terroristi presso la regione di Middle Juba, nel sud del paese. L’ufficio del presidente Mohamed Abdullahi ha rilasciato un comunicato in cui si legge che i bombardamenti hanno avuto successo, riuscendo a distruggere un commando chiave di Al-Shabaab. Ciò aiuterà a contrastare la capacità dei terroristi di condurre nuovi attacchi all’interno del territorio somalo. Il documento non fornisce alcun dettaglio ulteriore e, al momento, non è stato rilasciato un commento ufficiale da parte dell’organizzazione.

L’8 giugno, i terroristi somali hanno conquistato la città di Af Urfur, nella regione del Puntland, nel nord del paese, uccidendo 61 soldati. Il 5 giugno, invece, una bomba posizionata dai militanti di al-Shabaab presso una stazione di polizia nel porto di Kismayu, nel sud della Somalia, è esplosa, uccidendo un poliziotto. Successivamente, il gruppo terroristico ha riferito che l’attacco in realtà ha causato la morte di 27 civili, e che i militanti hanno ucciso 4 poliziotti.

Al Shabaab, in arabo “la gioventù”, è un’organizzazione fondamentalista nata intorno al 2006 che combatte il governo somalo, appoggiato dalle Nazioni Unite. Fino al 2011, il gruppo terroristico, affiliato ad Al-Qaeda, controllava gran parte della Somalia, inclusa la capitale Mogadiscio. Negli ultimi due anni, l’Unione Africana e le autorità hanno rafforzato la propria cooperazione militare, costringendo i terroristi ad abbandonare importanti roccaforti urbane. Tuttavia, i militanti, attivi soprattutto nel sud del paese, continuano a compiere attacchi sistematici. Il gruppo mira a rovesciare il governo somalo per eliminare le truppe di peacekeeping dell’Unione Africana e imporre la propria interpretazione della sharia.

Miliziani di Al Shabaab, Somalia. Fonte: ABI news

Miliziani di Al Shabaab, Somalia. Fonte: ABI news

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.